CALCIOMERCATO/ Atalanta, voto 6 al mercato: ok il colpo De Luca, perso Gabbiadini

- La Redazione

Le pagelle del mercato dell’Atalanta: interessante l’acquisto del giovane De Luca, ok Biondini e Matheu per puntellare centrocampo e difesa, peccato per la rinuncia a Gabbiadini

biondini_atalantaR400
Davide Biondini - Infophoto

Mercato sufficiente, da , per l’Atalanta, che ha mantenuto tutto sommato inalterata l’ossatura dell’ottima squadra che si è salvato con largo anticipo l’anno scorso. Stendardo, Brivio e Matheu vanno a rafforzare la difesa, Biondini il centrocampo, De Luca e Troisi l’attacco. La partenza più dolorosa è stata quella di Gabbiadini, ceduto in comproprietà alla Juventus e da questa girato in prestito al Bologna. L’obiettivo è assicurarsi una salvezza tranquilla e senza troppi patemi. Stefano Colantuono, va detto, sa come si fa e lo ha dimostrato più volte nel corso della sua carriera, soprattutto nello scorso, brillantissimo campionato.

Tutto come prima: Consigli è il titolare, Frezzolini e Polito i suoi vice. Da Consigli, un sicuro talento, ci si attendono ulteriori progressi: per lui potrebbe essere la stagione della consacrazione definitiva.

L’ex laziale Stendardo, già a Bergamo in prestito nella seconda parte della scorsa annata, sarà il perno del reparto assieme alle certezze Manfredini e Lucchini. I nuovi Matheu e Brivio aggiungeranno soluzioni alternative. Soprattutto l’ex leccese, sulla sinistra, dovrebbe garantire corsa ed una buona quantità di cross. Bellini, lo Zanetti di periferia, sarà ancora un punto fermo, mentre importante sarà il completo recupero di Capelli, sfortunatissimo a livello fisico l’anno scorso.

Perso Brighi, il polmone della mediana sarà Davide Biondini, che non si è lasciato benissimo con il Genoa ed approda in nerazzurro con voglia di rivalsa. Il playmaker sarà ancora Luca Cigarini, Schelotto assicurerà dinamismo e imprevedibilità, Bonaventura gli inserimenti offensivi. In definitiva, un bel centrocampo, quasi del tutto simile a quello dell’anno scorso. Da Novara è rientrato Radovanovic, che potrà crescere ancora dopo il primo anno d’esperienza in serie A.

Avanti con Denis prima punta ed il connazionale Maxi Moralez alle sue spalle. Peccato per l’addio di Manolo Gabbiadini, che giocherà a Bologna in prestito: è arrivata la Juventus a portarselo via. Il talento da scoprire, allora, sarà Giuseppe De Luca, accostato ad un gran numero di squadre ed alla fine approdato alla ‘Dea’, la più convinta delle corteggiatrici. Da scoprire l’attaccante esterno James Troisi, arrivato nell’affare Gabbiadini, e l’argentino Facundo Parra, prelevato dall’Independiente con la formula del prestito, senza dimenticare Guido Marilungo. Forse il reparto più ricco e completo dell’intero organico.

Meno 1,7 milioni. I bergamaschi hanno speso 8 milioni e ne hanno incassati 6,3. L’acquisto più costoso è stato quello di Brivio dal Lecce, prelevato in cambio di 2,7 milioni. La metà di Gabbiadini, acquisita dalla Juventus, è stata ceduta per 5,5 milioni.

Radovanovic, Brivio, Stendardo, Matheu, Parra, Troisi, Biondini, De Luca.

Brighi, Polito, Doni, Mutarelli, Carrozza, Minotti, Gabbiadini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori