PROBABILI FORMAZIONI/ Torino-Siena: ultime novità (Serie A, ventesima giornata)

- La Redazione

La domenica calcistica che vede proseguire la ventesima giornata del massimo campionato italiano (la prima del girone di ritorno) vede scendere in campo anche Torino e Siena

Ventura_amichevole_Lazio
Giampiero Ventura - Infophoto

La domenica calcistica che vede proseguire la ventesima giornata del massimo campionato italiano (la prima del girone di ritorno) dopo i due anticipi disputati nella giornata di ieri, si apre con la sfida dell’ora di pranzo tra Torino e Siena, pronte a scendere in campo alle 12.30. Uno scontro salvezza tra le due formazioni che continuano a sostare nella parte bassa della classifica e che hanno entrambe un’ovvia fame di punti: certamente migliore la situazione dei padroni di casa granata, attualmente a quota 20 punti, a una lunghezza dal Bologna (ieri vittorioso) e a due dall’Atalanta (che oggi sfida la Lazio). Momento invece drammatico per il Siena che, dopo la scorsa sconfitta contro il Milan, è ancora ultimo in classifica a quota 11 punti, 4 in meno del Palermo penultimo.

“Abbiamo tante assenze, ma al di là dell’emergenza io sono dell’idea che se si fanno bene le cose non c’è nessuna formazione da temere. Se al contrario non si entra in campo con il giusto approccio allora ogni squadra ti può fare male. Domani (oggi, ndr) sarà un sfida salvezza molto importante”. Queste le parole del tecnico granata Ventura, il quale è ben consapevole dell’importanza della gara odierna. Riguardo al mercato, poi, Ventura ha di recente commentato le cessioni al Verona di Agostini e Sgrigna: il primo, ha detto, “è arrivato che era fermo da un bel po’ di tempo e ha necessitato di tempo per trovare la condizione. Però quando ha recuperato si è trovato chiuso da altri calciatori. Lui è stato un giocatore importante del Cagliari nelle ultime stagioni e forse fosse arrivato in un altro frangente avrebbe trovato più spazio”. Sgrigna, invece, “sognava di fare la serie A e ce l’ha fatta. Ha dato tantissimo ed è andato via tra baci e abbracci. Si è sempre comportato da professionista: gli ho detto che ero contento del fatto che abbia trovato il contratto in una piazza importante e vicino a casa sua”. Come ha confermato Ventura, il Torino deve fare i conti con un gran numero di squalificati che costringerà il tecnico a dover reinventare la difesa: D’Ambrosio e Caceres potrebbero venir schierati fin dal primo minuto come terzini, mentre al centro spazio a Di Cesare e Guillermo Rodriguez. E’ una formazione d’emergenza, ma Ventura si affiderà agli uomini avanzati. Cerci e Birsa esterni, la rodata coppia Bianchi-Meggiorini al centro. In mediana, Basha e Brighi sono una scelta obbligata. 

La panchina della squadra granata sarà composta dai seguenti giocatori: Gomis, Migliorini, Suciu, Stevanovic, Sansone, Barbosa, Bakic, De Feudis e Verdi. Su di loro potrà fare affidamento a partita in corso Ventura, nonostante le tante assenze.

Assenti in casa Torino saranno ben cinque, vale a dire Darmian, Glik, Vives, Gazzi e Masiello. Come detto, saranno indisponibili anche Ogbonna, Santana e Diop.

– Il tecnico dei toscani, Giuseppe Iachini, riconosce le difficoltà del momento: “Non è un periodo positivo. Ma contro squadre come Napoli e Milan abbiamo giocato bene, ora serve fare punti. Dobbiamo lavorare sodo ed essere più concentrati, soprattutto nei minuti finali delle partite. Solo così possiamo invertire la rotta”, ha detto l’allenatore alla vigilia. Il Torino, però, soprattutto in trasferta, è un avversario decisamente ostico: “E’ una squadra difficile – ha dichiarato Iachini – Ventura è bravo, ha dato identità alla squadra e per questo sono convinto che le assenze non peseranno: chiunque giochi, conosce alla perfezione il modo di stare in campo. Hanno qualità e organizzazione, servirà da parte nostra una prova di personalità e con la giusta determinazione. Rispetto alle ultime prove, dobbiamo allungare l’intensità della prestazione fino al termine della gara”. Al centro del campo il tecnico dovrebbe affidarsi a Bolzoni e Vergassola, con D’Agostino ormai vicino ad essere ceduto al Pescara. In attacco, invece, spazio a Bogdani al fianco all’ex di turno Rosina, visto che Calaiò è ormai a Napoli. Centrocampo a cinque: sulla carta dovrebbe avere la meglio sulla linea granata, ma dovranno essere bravi i centrali a far girare palla e coinvolgere gli esterni Sestu e Del Grosso.

– Questa sarà la panchina dei toscani oggi a Torino: Campagnolo, Farelli, Contini, Rubin, Dellafiore, Belmonte, Verre, Rodriguez, Sestu, Reginaldo e Mannini. Certamente più scelte per Iachini rispetto all’emergenza assenze di Ventura.

– Saranno ovviamente assenti Vitiello e Terzi, squalificati per un lunghissimo periodo dopo la vicenda calcio scommesse, e Angelo (solo per una giornata). Indisponibile invece Larrondo.

: Gillet; D’Ambrosio, Di Cesare, Gui. Rodriguez, P. Caceres; Brighi, Basha; Cerci, Bianchi, Meggiorini, Birsa. All. Ventura

A disp.: Gomis, Migliorini, Suciu, Stevanovic, Sansone, Barbosa, Bakic, De Feudis, Verdi.

Squalificati: Masiello, Glik, Darmian, Vives, Gazzi

Indisponibili: Diop, Santana, Ogbonna

 Pegolo; Neto, Felipe, Paci; Sestu, Valiani, Bolzoni, Vergassola, Del Grosso; Bodgani, Rosina. All. Iachini 

A disp: Campagnolo, Farelli, Contini, Rubin, Dellafiore, Belmonte, Verre, Rodriguez, Sestu, Reginaldo, Mannini.

Squalificati: Vitiello, Terzi, Angelo

Indisponibili: Larrondo

 

Arbitro: Di Bello

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori