NAZIONALE/ Olanda-Italia, Prandelli dà la formazione (con un dubbio), e su Balotelli-El Shaarawy dice…

- La Redazione

Ecco le parole del c.t. della Nazionale italiana Cesare Prandelli alla vigilia della prestigiosa amichevole Olanda-Italia, con un solo dubbio per la formazione titolare

prandelli_29giu
Cesare Prandelli, ex ct della nazionale italiana (Foto Infophoto)

Gli azzurri si stanno preparando per affrontare domani sera l’Olanda in una prestigiosa amichevole internazionale che si giocherà ad Amsterdam. Stamattina c’è stato l’ultimo allenamento a Coverciano prima della partenza per la capitale olandese. Dopo una parte atletica, il commissario tecnico Cesare Prandelli ha fatto disputare ai suoi ragazzi una partitella provando il atteso per domani. In attacco i due milanisti Mario Balotelli e Stephan El Shaarawy, con il laziale Antonio Candreva al loro fianco, sulla destra. Nella partitella sono andati a segno, con una marcatura ciascuno, lo stesso Balotelli e poi Alberto Gilardino e Alessandro Diamanti, schierato con i probabili titolari nel secondo tempo al posto di Candreva. Al termine della rifinitura, il c.t. della Nazionale ha ufficializzato quasi per intero la formazione che scenderà in campo contro l’Olanda. All’Amsterdam Arena ci saranno dunque Buffon in porta, difesa con Abate terzino destro, Barzagli e Astori coppia centrale e Santon sulla fascia sinistra; a centrocampo Pirlo vertice basso, con De Rossi e Montolivo ai suoi fianchi. Il tridente d’attacco sarà formato da Balotelli punta centrale, El Shaarawy a sinistra e uno fra Candreva e Diamanti a destra. Infatti Prandelli ha dichiarato: “Ho un solo dubbio per l’esterno destro: Candreva o Diamanti. Dipenderà dalla formazione olandese e se Candreva recupererà dallo stato influenzale avuto nei giorni scorsi”. Il mister ha poi specificato quali sono i suoi obiettivi per la partita: “Domani sera l’intenzione è quella di coniugare gioco e risultato, perché poi il risultato conta sempre. Dobbiamo crescere principalmente in termini di mentalità”. Così invece Prandelli ha presentato gli avversari, allenati da un guru come Louis Van Gaal: “Troveremo una squadra, l’Olanda, molto rinnovata, molto giovane, ma collaudata e con esperienza internazionale. I nostri avversari avranno una voglia al limite dell’agonismo, quindi vorrei che noi fossimo ordinati e cercassimo di vincere anche per essere in partita per 90 minuti”. In conclusione, è inevitabile parlare della attesissima coppia Balotelli-El Shaarawy, i due giovani attaccanti rossoneri che potrebbero costituire sia il presente sia il futuro dell’attacco della Nazionale, oltre che del Milan.

Prandelli ne parla così: “È un’idea che devo perseguire, perché ho tanti elementi giovani e di qualità da poter impiegare in quella zona di campo. El Shaarawy ha una grande capacità di mantenere la freddezza sottoporta e aiutare anche a centrocampo. È una seconda punta anomala, un attaccante moderno. È un tesoro, ce ne fossero come lui…”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori