Probabili formazioni/ Zenit-Pacos Ferreira, le ultime novità (ritorno playoff Champions League)

- La Redazione

Stasera la gara di ritorno dei playoff Champions League, tra lo Zenit San Pietroburgo di Luciano Spalletti e i portoghesi del Paços Ferreira: fischio di inzio alle 18 in Russia

Danny_Zenit
Danny, 30 anni, centrocampista portoghese dello Zenit San Pietroburgo (INFOPHOTO)

Una Champions iniziata con il piede giusto per lo Zenit di Spalletti: con il 4 a 1 dell’andata contro il Pacos, i suoi ragazzi hanno seriamente ipotecato la partecipazione alla fase a gironi di quest’anno. L’obiettivo è migliorare il risultato degli ultimi due anni (nel 2011-2012 si sono fermati agli ottavi di finale, record in Champions League, l’anno scorso è stato eliminato nel girone del Milan).

Spalletti ne approfitterà per far giocare chi magari ha meno minuti di gioco, sempre con un occhio di riguardo per gli avversari. Se nella partita di andata lo Zenit ha mostrato una certa autorità e sicurezza, i portoghesi non sono avversari da sottovalutare. Il tecnico opterà per il 4-2-3-1 con Lodygin tra i pali e davanti un quartetto di esperienza: Anyukov a destra, Hubocan e Lombaerts in mezzo e Smolnikov a sinistra; a centrocampo vedremo il duo Witsel e Zyryanov che serviranno Bystrov e Shirokov, autore di una fantastica tripletta nella partita di andata. Assieme a loro anche Danny che completerà a sinistra il trio sulla trequarti; l’unica punta sarà Kerzhakov, autore del quarto gol nella gara in Portogallo.

Per i portoghesi si tratta di una partita tutta in salita. Non solo uno stadio ostile (il Petrovsky di San Pietroburgo), ma anche un avversario favorito per la qualificazione, che non se la lascerà sfuggire facilmente. L’unico errore che i russi possono fare è di sottovalutare la partita e farsi sorprendere dal contropiede portoghese. Nell’ultima di campionato il Paços ha perso in trasferta contro l’Olhaense (0-1), e anche per questo vorrà riscattarsi con una prestazione gagliarda. Il tecnico Costinha ha richiesto la squadra al completo e al massimo della forma, per non lasciare nessun spazio libero ai russi. Sempre con il modulo 4-2-3-1: in porta ritroveremo Degra, e davanti a lui Ricardo a destra, Romeu e Anunciacao in mezzo e Santos a sinistra; a centrocampo spazio a Leao (miglior marcatore finora) e Oliveira. Sulla tre quarti il terzetto Rodrigo-Rui Miguel e Hurtado, sulle cui spalle pesano le maggiori aspettative dei tifosi portoghesi. Unica punta Irobiso, al suo esordio in Champions League: classe 1993 su cui si accumulano aspettative sempre maggiori.

Zenit San Pietroburgo (4-2-3-1): 1 Lodygin; 22 Anyukov, 14 Hubocan, 6 Lombaerts, 19 Smolnikov; 28 Witsel, 18 Zyryanov; 34 Bystrov, 15 Shirokov, 10 Danny; 11 Kerzhakov

Allenatore: Luciano Spalletti  

Non disponibili: Hulk, Malafeev, Criscito

Pacos Ferreira (4-2-3-1): 1 Degra; 19 Ricardo, 4 Romeu, 96 Anunciacao, 17 Santos; 8 Leao, 20 Oliveira; 27 Rodrigo, 10 Rui Miguel, 16 Hurtado; 9 Irobiso

Allenatore: Costinha    

Non disponibili: Rúben Ribeiro, Tony, Tiago Valente.

 

Arbitro: Alberto Undiano Mallenco (ESP)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori