Calciomercato Torino/ News, Crudele (ag. FIFA): Darmian-Cerci verso l’addio. Muriel-Quagliarella, che coppia (esclusiva)

- La Redazione

Calciomercato Torino news, in esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Antonio Crudele ha parlato del calciomercato del Torino e in particolare della situazione in attacco.

Muriel_Juventus_Guidolin
Foto Infophoto

Il Torino potrebbe vedere rivoluzionato il proprio attacco in questa sessione di calciomercato. Anche perché dopo l’addio di Ciro Immobile, sponda Borussia Dortmund, ci sarebbe anche un altro addio come quello di Alessio Cerci, cercato con insistenza dall sua Roma, che avrebbe chiesto al presidente cairo di essere liberato. Il Torino per l’attacco cerca due giocatori importanti e nel mirino del calciomercato ci sono Muriel dell’Udinese e Quagliarella della Juventus. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Antonio Crudele ha parlato del calciomercato del Torino. 
Cerci dopo Immobile, altro addio in attacco? Alessio Cerci è un esterno d’attacco importante che sta facendo grandissime cose. E’ normale che possa andare via dal Torino.
Anche Darmian potrebbe aumentare le casse del club granata? Darmian è un altro di quei giocatori che sta facendo bene. E sono molto contento che tanti club si siano accorti del talento del giovane italiano.
L’attacco del Torino potrebbe essere rivoluzionato… Dopo l’addio di Immobile e quello probabile di Cerci è normale che ci possa essere una grande rivoluzione all’interno del reparto offensivo.
Un possibile arrivo è quello di Muriel dell’Udinese. Che pensa del colombiano? Muriel è un attaccante importante e di talento, un giocatore molto dotato tecnicamente che ha mostrato in parte la propria tecnica. A Torino potrebbe fare grandi cose.
C’è anche il sogno Quagliarella… Al Torino uno come Quagliarella sarebbe sicuramente importante. Sono convinto che possa arrivare attraverso uno scambio.
Ovvero? Quagliarella al Torino al posto di Cerci che potrebbe passare alla Juventus. Un affare che potrebbe andare in porto.

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori