TENNIS/ Le vacanze delle tenniste più forti del mondo: di tutto e di più

- La Redazione

Molti sport, tanti eventi di ogni tipo, poco riposo: ecco le “vacanze” di alcune tra le più forti, belle e famose tenniste del mondo, in attesa di cominciare la nuova stagione.

kvitova_r400
Petra Kvitova (foto Ansa)

Dicembre è mese senza tornei per il mondo del tennis, l’unico in un calendario davvero incredibile. Naturalmente al riposo si unisce già la preparazione per i prossimi appuntamenti, su tutti gli Australian Open di gennaio, ma è il momento adatto per “spettegolare” un po’ sulle attività extra-tennistiche delle star, soprattutto del tennis in gonnella. Ecco le confidenze più interessanti di sette big sulle loro vacanze di ben poco riposo. Tanto sport, eventi di ogni tipo, e attenzione all’amore di Jelena Jankovic per l’Italia.

Petra Kvitova: “Mollata la racchetta, mi aspettavano impegni presi da tempo, come set fotografici, serate sponsor da vip e pure un incontro con il primo ministro della Repubblica Ceca. Dopo aver seguito il mio ragazzo, Adam, nel suo ultimo torneo tennistico della stagione, ci siamo regalati pochi giorni di relax in una spa austriaca (basta aerei!!!) prima di ricominciare con la preparazione. Ho iniziato a fine novembre sulle montagne slovacche, con sessioni di corsa, ginnastica, scalata, massaggi e stretching. Alla sera, non vedo l’ora di andare a letto: il corpo è messo a dura prova, ma mi piace! Tornerò a impugnare la racchetta solo la prossima settimana, per combinare i primi tocchi all’altitudine. Nel 2012 voglio dimostrare di poter giocare ad alto livello tutta la stagione, con particolare attenzione a Wimbledon e l’Olimpiade, due impegni importantissimi e ravvicinati in un posto che amo!”.

Victoria Azarenka: “Mi sono concessa poche settimane di relax, a casa e in giro a vedere concerti. Alla ripresa della preparazione, sto facendo molto fitness, incluso un po’ di hip hop! Oltre a ballare, nel tempo libero mi piace cucinare. Tutto quello che mi aspetto dalla nuova stagione è una crescita fisica e la possibilità di realizzare più obiettivi possibile”.

Sam Stosur: “Ho avuto la fortuna di fermarmi tre settimane, giusto il tempo di trasferirmi in una nuova casa e stare in spiaggia per rilassarmi. La preparazione è ripresa con nuoto, corsa e boxe mescolati al mio allenamento tradizionale. Sul campo, tornerò a mixare 4 ore di racchetta con un’ora di lavoro fisico. La stagione ricomincia dall’Australia, la mia terra, ed è qui che nel 2012 voglio giocare il mio miglior tennis. Poi ci saranno gli Slam e l’Olimpiade, un obiettivo semplicemente fantastico”.

Agnieszka Radwanska: “Mi sono riposata con un bel viaggio in Giamaica assieme a mia sorella e alcuni amici. Ora sono di nuovo a Cracovia, in attesa di scendere in campo il 16 dicembre a Singapore. Come mi sto preparando? Le stesse cose di sempre, non posso dire molto altrimenti avvantaggio le altri giocatrici! L’importante è cominciare bene come lo scorso anno, quando sono arrivata ai quarti di finale degli Australian Open, magari giocando il tennis degli ultimi due mesi”.

Jelena Jankovic: “Che bello stare con la propria famiglia dopo che si è viaggiato tanto in un anno! Ho fatto una vacanza molto divertente in Italia da turista assoluta e ho pure visto uno spettacolo del Cirque du Soleil, “O”, con acrobati incredibili, alcuni dei quali atleti olimpici di nuoto, sincronizzato e ginnastica. Il mio programma di allenamento prevede 7 ore di lavoro al giorno, 5 di tennis e 2 di fitness. Sto già entrando in forma. E’ importante lavorare al tanto, perché una volta iniziata la stagione non c’è più tempo di fare niente, né lavoro muscolare né prova di nuovi materiali o colpi”.

Anastasia Pavlyuchenkova: “E’ grandioso il momento in cui si stacca la testa dal tennis, ora mi sento fresca e pronta a ricominciare. E’ la mia prima settimana di lavoro, aumento i carichi piano piano, senza tralasciare esercizi mentali! Qualche volta gioco pure a calcio, anche se vorrei tanto provare lo skateboard. Sogni a parte, sto mettendo da parte energie per la prima metà della prossima stagione, questa è la cosa in assoluto più importante”.

Ana Ivanovic: “Ho accompagnato il mio fidanzato, Adam Scott, in due dei suoi tornei di golf. Alla President’s Cup di Melbourne è’ stato molto divertente perché le ragazze e le mogli dei giocatori erano coinvolte come se facessero parte del team. Tanto è bastato per staccare la testa dal tennis! Al di fuori del torneo, abbiamo fatto davvero di tutto, dall’andare a correre lungo la costa del Queensland, all’arrampicarsi su per alture e godere di splendide vedute, fare surf e visitare alcuni parchi! Alla ripresa, ho cominciato ad alternare lavoro col cardiofrequenzimetro al lavoro in palestra”.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori