VOLLEY COPPA DEL MONDO/ Italia-Giappone 3-0, gli azzurri sperano ancora

- La Redazione

Vittoria fondamentale per l’Italia contro il Giappone nella caccia al podio della Coppa del Mondo e quindi all’immediata qualificazione olimpica. 3-0, anche se il Giappone non ha mai mollato

italiabrasile_r400
L'Italia con l'Iran oggi chiude la World Cup (Foto: ANSA)

Missione compiuta per la Nazionale italiana di pallavolo. Bisognava vincere per 3-0 oggi contro il Giappone per avere ancora speranze di arrivare terzi, e dunque di qualificarci immediatamente per le Olimpiadi di Londra senza aspettare i prossimi tornei di qualificazione, e l’Italia l’ha fatto. A dire il vero, la Polonia di Anastasi ci aveva fatto sognare un immediato sorpasso al Brasile, ma la partita tra i polacchi e i brasiliani ha avuto un andamento opposto a Italia-Polonia: stavolta polacchi avanti 2-0 e poi rimontati. Quindi il Brasile era andato avanti a noi di tre punti, era necessario agganciarli senza lasciare set per strada (perché molto probabilmente sarà decisiva la differenza set).

Dovere compiuto, anche se con grande sofferenza. Il Giappone come sempre ha mostrato grandissima sportività e, pur senza obiettivi, ha lottato su ogni pallone, spinto dal tutto esaurito del palazzetto di Tokyo. Azzurri in campo con l’ormai consona formazione titolare. L’Italia sembra però avere la testa ancora alla partita di ieri, e i nipponici vanno avanti 8-4. Troppi errori italiani, soprattutto in battuta, anche se pian piano emerge il maggior tasso tecnico dell’Italia: il primo pareggio a quota 14, poi ancora battaglia punto a punto ma sul finale gli azzurri riescono a prendere un break di vantaggio (anche perché pure i giapponesi iniziano a sbagliare) e riescono infine a chiudere sul 25-22. Il secondo set sembra andare ancora peggio: l’Italia sbaglia davvero troppo, soprattutto in battuta, e il Giappone è sempre avanti. L’unico momento buono è un parziale di 5-0 grazie a quattro muri consecutivi, con Fei primattore, ma i giapponesi vanno avanti fino al 20-16. Qui però arriva la grande reazione dell’Italia, che non vuole assolutamente lasciare set per strada, e arriva fino al 24 pari. A questo punto sono due errori giapponesi consecutivi (quasi a voler restituire i favori precedenti) a garantire il parziale agli azzurri, 26-24 e 2-0 nel conto set. Il terzo set finalmente è guidato dall’Italia fin dall’inizio, grazie soprattutto a Parodi, protagonista del parziale. Il Giappone, davvero ammirevole, non molla mai, ma gli azzurri stanno sempre davanti, e chiudono senza soffrire troppo 25-22. Domani Russia-Polonia (decisiva per la vittoria della Coppa), Italia-Iran e Brasile-Giappone, in cui ci giocheremo con i verdeoro la qualificazione. Il Brasile è ancora un set avanti (26-14 contro 25-14). Nelle prossime pagine tutte le statistiche del match.

 

                                                             A    M   B   TOT

1   Mastrangelo Luigi       4 1 5
3   Parodi Simone         6 1 7
7   Lasko Michal       11 2 13
8   Maruotti Gabriele            
9   Zaytsev Ivan       6 6
10   Boninfante Dante            
11 C Savani Cristian         4 2 1 7
13   Travica Dragan       1 2 1 4
14   Fei Alessandro       8 3 11
15   Birarelli Emanuele           2 2
17   Giovi Andrea L L L      
18   Sabbi Giulio            
    Opponent errors                   21
    Totals             42 10 3 76

                                                                   A  M  B   TOT 

2   Abe Yuta          
5 C Usami Daisuke       1 3 4
6   Suzuki Yoshifumi           1 1
7   Yamamoto Takahiro       3 3
8   Yokota Kazuyoshi            
10   Tanabe Osamu L L L      
11   Matsumoto Yoshihiko       8 8
12   Yamamura Kota       3 3
13   Shimizu Kunihiro         5 1 6
14   Fukuzawa Tatsuya       12 2 14
16   Ishijima Yusuke       4 1 5
18   Yoneyama Yuta         3 3
    Opponent errors                   21
    Totals             39 7 1 68


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori