EUROPEI DI PALLANUOTO/ Valerio Rizzo: sogno il titolo olimpico (esclusiva)

- int. Valerio Rizzo

Sono in corso gli Europei di pallanuoto ad Eindhoven (Olanda): l’Italia ha iniziato con una sconfitta seguita da due vittorie. Ne parliamo con Valerio Rizzo, capocannoniere del campionato.

pallanuoto_r400
La nostra nazionale di pallanuoto tornerà in basca il 27 Giugno (INFOPHOTO)

Un appuntamento importante per avvicinarsi alle Olimpiadi. Questo sono i trentesimi Campionati Europei di pallanuoto che si stanno svolgendo presso l’impianto Pieter van den Hoogenband Zwemstadion di Eindhoven in Olanda. I Paesi Bassi ospitano per la prima volta la rassegna continentale di pallanuoto dopo aver organizzato ad Utrecht nel 1966 un’edizione dei Campionati Europei di nuoto. L’Italia è inserita nel girone con Grecia, Ungheria, Macedonia, Olanda e Turchia. L’altro girone è formato da Serbia, Montenegro, Croazia, Germania, Spagna e Romania. Nelle prime quattro partite gli azzurri hanno perso 12-8 con l’Ungheria e vinto 24-7 con la Turchia, 14-6 con l’Olanda e 15-5 con la Macedonia. Certo prestazioni differenti, ma la qualificazione per i quarti di finale è ormai in tasca. L’obiettivo è quello di conquistare almeno una medaglia, anche se proprio i Giochi Olimpici sono il traguardo di questa stagione. Dopo aver vinto il Campionato Mondiale la scorsa stagione vincere anche a Londra sarebbe veramente stupendo. Per parlare di questa manifestazione abbiamo sentito Valerio Rizzo, attaccante della Rari Nantes Savona, in testa attualmente alla classifica capocannonieri del campionato. Eccolo in questa intervista in esclusiva a ilsussiidiario.net.

Come sta andando secondo lei la nazionale italiana a questi Europei?
E’ difficile dare dei giudizi da fuori. Certo la prima partita, contro l’Ungheria, era la più difficile:  una squadra fortissima che punta a vincere il quarto titolo olimpico consecutivo. Abbiamo probabilmente anche pagato il grande livello di carico fisico e mentale a cui siamo stati sottoposti ultimamente. Non credo comunque che dovremmo fare fatica a qualificarci, visto che il nostro è un girone molto abbordabile, a differenza dell’altro molto difficile. Poi sicuramente avremo un quarto di finale impegnativo. 
L’obiettivo rimangono comunque le Olimpiadi, dopo un Mondiale vincere anche a Londra sarebbe veramente fantastico…
Questo è sicuro, ma c’è la volontà di fare bene anche agli Europei, dove non vogliamo sicuramente sfigurare. 
Quali sono le favorite di questa manifestazione?
Le solite: Ungheria, Serbia, Montenegro, Croazia e naturalmente Italia.
Che giudizio dà dei suoi compagni di club presenti a questi Europei, Matteo Aicardi e Goran Volarevic?
Aicardi si sta dimostrando uno dei più grandi centroboa del mondo. Volarevic è un portiere di grande esperienza. Il mio giudizio non può che essere positivo.
Quali sono le favorite per Londra 2012?

E’ancora presto per dirlo, ci sono tanti mesi davanti. Io vedo molto bene la Serbia. Certo, se l’Ungheria vincesse per la quarta volta consecutiva sarebbe da record. Sperando naturalmente che sia l’Italia a conquistare l’oro.
Un giudizio su Campagna, tecnico dell’Italia?
E’ un allenatore straordinario.

Spera di essere convocato per i giochi olimpici?
E’ normale, è nei miei desideri.

Parliamo di campionato, spera di vincere il titolo dei capocannonieri?
Certo non mi tiro indietro, se mi capiterà di essere in lotta per questo trofeo fino alla fine.

E per il campionato come vede la sua squadra?
Siamo lì tra le prime, anche se quest’anno abbiamo una panchina corta con tanti giovani. Poi non so se faremo un girone di ritorno così bello come quello d’andata, visto che abbiamo tante trasferte con club importanti. Comunque ce la giocheremo fino in fondo.
Le favorite?
C’è la Pro Recco, il Posillipo che ha fatto una buona squadra, l’Acquachiara che si sta rivelando una sorpresa, il Brescia, il Savona spero.

Napoli ha due squadre competitive…

Come era un po’ di tempo fa, quando c’erano Posillipo e Canottieri Napoli.

Qual è il suo sogno?
Vincere l’Olimpiade sarebbe il massimo.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori