SCI/ Dominik Paris vince la discesa libera di Bormio ex-aequo con Reichelt. Cronaca e risultati (Coppa del Mondo uomini)

- La Redazione

Grande Italia nella discesa libera di Bormio: Dominik Paris vince a pari merito con l’austriaco Hannes Reichelt, davanti al norvegese Svindal. Buoni piazzamenti per Heel, Innerhofer e Fill

innerhofer_olimpico
Infophoto

Grande spettacolo nella discesa libera di Bormio, e grande Italia. La pista Stelvio consacra il talento di Dominik Paris, il giovane altoatesino che vince per la prima volta una gara di Coppa del Mondo, a pari merito con l’austriaco Hannes Reichelt. Entrambi gli atleti hanno chiuso il difficilissimo tracciato della pista lombarda con il tempo di 1’58”62, cogliendo un successo di grande prestigio in una gara che entrerà di sicuro nella storia dello sci per i ridottissimi margini tra gli atleti di testa. Infatti, in terza posizione si è classificato il norvegese Aksel Lund Svindal – leader sia della classifica generale sia di quella di specialità –, che ha subito un solo centesimo di ritardo dalla coppia di testa. Beffa ancora più atroce per l’austriaco Klaus Kroell, che con soli 2/100 di ritardo da Paris e Reichelt chiude addirittura giù dal podio. Basterebbero dunque i numeri a far capire il fascino di una gara così difficile, che ha regalato molti passaggi emozionanti. La vittoria di Dominik Paris (nato a Merano il 14 aprile 1989) è doppiamente significativa perché l’altoatesino è considerato il migliore azzurri nei tratti di scorrimento, ma non sul tecnico. Invece, la pista di Bormio è forse la più tecnica dell’intero calendario di Coppa. Insomma, esame superato a pienissimi voti da Paris, che ora è pure secondo nella classifica di specialità.

Non solo Paris, comunque, ha esaltato la fortissima squadra italiana di discesa libera: il sesto posto di Werner Heel conferma che abbiamo pienamente ritrovato (anche in discesa) un campione che nelle ultime stagioni sia era un po’ perso; Christof Innerhofer purtroppo è ancora penalizzato dal mal di schiena, e anche da sci problematici da tenere, ma ha comunque chiuso in una buona nona posizione; Peter Fill ha fatto una straordinaria prima metà di gara, poi non è riuscito a tenere ma corona la grande prova di squadra con un undicesimo posto. Continua dunque una stagione trionfale per la velocità azzurra, che è già a quota tra successi, dopo quello di Innerhofer in discesa a Beaver Creek e quello di Matteo Marsaglia in super-G sempre in America, e altri podi. L’Italia è la nazione di riferimento, anche se oggi – forse per la prima volta in stagione – anche l’Austria ha fatto la voce grossa. Comunque, la gara di Bormio si è disputata in perfette condizioni ed è stata davvero un grande spot per lo sci: con una Nazionale italiana che fa venire in mente i tempi della “Valanga azzurra”, non si può davvero chiedere di meglio. Oggi pomeriggio saranno invece in gara le donne, con lo slalom speciale di Semmering che chiuderà anche per loro il 2012.

 

 

1. Hannes REICHELT (Aut) e

Dominik PARIS (Ita) in 1’58”62

3. Aksel Lund SVINDAL (Nor) a 1/100

4. Klaus KROELL (Aut) a 2/100

5. Johan CLAREY (Fra) a 32/100

6. Werner HEEL (Ita) a 42/100

7. Travis GANONG (Usa) a 49/100

8. Romed BAUMANN (Aut) a 66/100

9. Christof INNERHOFER (Ita) a 67/100

10. Adrien THEAUX (Fra) a 70/100

11. Peter FILL (Ita) a 99/100

 

 

1. Aksel Lund SVINDAL (Nor) 674

2. Marcel HIRSCHER (Aut) 560

3. Ted LIGETY (Usa) 537

 

 

1. Aksel Lund SVINDAL (Nor) 285

2. Dominik PARIS (Ita) 193

3. Klaus KROELL (Aut) 141

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori