DIRETTA/ Milano-Sanremo live: segui l’arrivo della corsa in temporeale

- La Redazione

Oggi è il giorno della Classicissima del ciclismo mondiale: segui l’arrivo della Milano-Sanremo in diretta con noi. Arrivo in volata o qualcuno riuscirà ad anticipare i velocisti?

milano_sanremo_logo_r400
Il logo della Milano-Sanremo

Milano-Sanremo, cioè la Classicissima, il Mondiale di primavera: basterebbero i due “soprannomi” della corsa per capirne l’importanza nella storia del ciclismo. Si tratta infatti della prima grande corsa della stagione delle due ruote, una classica dal fascino enorme, con una storia fatta da tanti campioni e con moltissime imprese leggendarie, e i nomi dei punti chiave del percorso sono a buon diritto nella storia del ciclismo. Turchino, Cipressa, Poggio (e dal 2008 Manie) sono nomi che fanno venire i brividi agli appassionati e che fanno impazzire corridori e direttori sportivi. La Milano-Sanremo è infatti la classica dal percorso più semplice (a parte la distanza, 298 km, che ne fanno la gara più lunga nel calendario mondiale), e proprio per questo la più difficile da interpretare, perchè aperta ad ogni soluzione. La domanda è quella che ci si fa ogni anno: ci sarà l’arrivo in volata o qualcuno riuscirà ad arrivare da solo a braccia alzate? Di sicuro, lo spettacolo e le emozioni non mancheranno, come sempre: su queste strade si scrive la storia.

I possibili favoriti sono davvero tanti: naturalmente il più atteso è Mark Cavendish, campione del Mondo e velocista più forte in circolazione. Se si arrivasse in volata, potremmo tornare a vedere un successo in maglia iridata, come non succede da Saronni 1983. Ma tanti saranno i suoi rivali in una eventuale volata, a partire dal campione uscente Matthew Goss e dal tre volte vincitore Oscar Freire, che è sempre tra i favoriti. Non si possono dimenticare neanche Alessandro Petacchi, Tom Boonen e Peter Sagan, che potrebbe però anche anticipare la volata con le sue doti da finisseur, come potrebbe fare anche Filippo Pozzato o naturalmente Fabian Cancellara. Entriamo così nel campo di chi, per vincere, dovrà evitare di arrivare allo sprint sul Lungomare Italo Calvino: tra questi Philippe Gilbert e naturalmente Vincenzo Nibali e Damiano Cunego. Per loro vale il consiglio dato da Claudio Chiappucci nell’intervista di presentazione a questa edizione della Sanremo: attaccare da lontano, osare, cercare un’azione degna del ciclismo “eroico” di altri tempi. L’Italia non vince dal 2006, quando trionfò Pozzato. Manie, Cipressa e Poggio sono le possibilità fornite dal percorso per anticipare la volata, bisogna saperle sfruttare. In chiusura, citazione per i soliti fuggitivi della prima ora, che animano la prima parte della gara: Laengen, Gruzdev, Suarez, Pagani, Oroz Ugalde, De Negri, Morkov, Berdos e soprattutto Ji Cheng, il primo cinese in gara, altro elemento d’interesse di questa 103a Milano-Sanremo. Ma ora la parola va alla strada, perchè la Classicissima sta entrando nel vivo: segui in diretta con noi la diretta della fase finale della Milano-Sanremo.

 

Risorsa non disponibile



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori