RUGBY 6 NAZIONI/ Lydiate (Galles) Mvp del Torneo, Parisse terzo

- La Redazione

Dan Lydiate (Galles) miglior giocatore del Sei Nazioni 2012 di rugby, il capitano azzurro Sergio Parisse terzo: così hanno votato i tifosi sul sito ufficiale del prestigioso torneo.

parisse_r400
Sergio Parisse in azione contro l'Inghilterra (Infophoto)

Dan Lydiate, ventitreenne flanker del Galles, è stato scelto come miglior giocatore del Torneo delle Sei Nazioni 2012 dagli appassionati che hanno votato sul sito ufficiale della prestigiosa competizione della “palla ovale” europea. La formazione gallese completa in questo modo un torneo a dir poco trionfale, concluso con una vittoria indiscutibile, dal momento che è arrivato pure il Grande Slam (cioè il Galles ha vinto tutte e cinque le partite). Il giovate Lydiate, uno dei migliori rappresentanti della nuova generazione gallese che “minaccia” di dominare l’Europa nei prossimi anni, ha ottenuto il 25% dei voti espressi dagli appassionati nel sondaggio condotto su www.rbs6nations.com, che dà appunto la possibilità a tutti i tifosi di scegliere chi – a loro parere – è stato il miglior giocatore della manifestazione. Un voto, quindi, che esprime il gradimento popolare. Jonathan Sexton, apertura dell’Irlanda, ha raccolto il 12% dei consensi e si è piazzato al secondo posto, precedendo davvero di pochissimo il capitano della Nazionale italiana Sergio Parisse, che si è appunto piazzato terzo  grazie all’11,6% dei voti. Bisogna sottlineare come l’Italia faccia sempre buona figura nelle classifiche di gradimento individuali, tanto che l’anno scorso fu addirittura Andrea Masi ad aggiudicarsi il titolo di “Rbs Player of the Championship”. Quest’anno l’impresa non è riuscita a Parisse, ma un terzo posto è comunque piazzamento che la squadra azzurra può ancora soltanto sognare nella classifica “vera”. Il più soddisfatto però è – naturalmente – Lydiate, reduce da un mese e mezzo a dir poco trionfale: “Ad essere onesto sono molto sorpreso – ha detto il gallese – . E’ il coronamento di una competizione incredibile per me e per il Galles. Essere parte di una squadra così talentuosa e vincere il Grande Slam a Cardiff è stato incredibile, ma essere votato come giocatore del torneo è assolutamente inimmaginabile. E’ un grande onore, specialmente vista la qualità degli altri giocatori. Ringrazio tutti quelli che hanno votato per me, significa molto”. Gli appassionati potevano assegnare il proprio voto, oltre ai tre giunti sul podio, anche agli scozzesi David Denton e Ross Rensito, ai francesi Julien Malzieu, Yoann Maestri e Imanol Harinordoquy, all’irlandese Donnacha Ryan e ad altri tre gallesi, Sam Warburton, Alex Cuthbert e Mike Phillips.

Il criterio di selezione era molto semplice: tutti i candidati hanno ottenuto la nomination di “miglior giocatore” in almeno una gara. Oggi si completa il trionfo dei Dragoni, ma anche l’Italia può sorridere.

 

(Mauro Mantegazza)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori