TIRRENO ADRIATICO/ Boasson Hagen vince in volata a Terni, Goss sempre leader

- La Redazione

Edvald Boasson Hagen ha vinto a Terni la terza tappa della Tirreno-Adriatico battendo in volata Andre Greipel e Peter Sagan. Goss sempre leader in attesa della dura tappa di domani.

boasson_hagen_r400
Boasson Hagen aveva vinto una tappa già nel 2010 (Infophoto)

La Tirreno-Adriatico è giunta alla terza tappa e, tenendo fede al nome, sta attraversando l’Italia centrale per passare dalla costa tirrenica a quella adriatica: la frazione odierna partiva da Indicatore (Arezzo) per raggiungere dopo 178 km Terni, capoluogo di provincia umbro. La tappa non presentava significative asperità altimetriche e si annunciava dunque la seconda volata consecutiva (e sulla carta anche l’ultima di questa dura edizione della “Corsa dei due mari”): il pronostico è stato rispettato in pieno. A vincere è stato ancora una volta il Team Sky, ma stavolta con il norvegese Edvald Boasson Hagen, che ha fatto la volata al posto del campione del Mondo – e vincitore di ieri – Mark Cavendish. Il norvegese ha battuto Andrè Greipel (Lotto-Belisol) e Peter Sagan, portacolori della Liquigas. Pronti via, e dopo soli due chilometri dalla partenza di Indicatore è andato in fuga solitaria Filippo Savini della Colnago-CSF. Il gruppo lascia fare, e l’unico scossone si ha al traguardo speciale di Castiglion Fiorentino, dove Cavendish vince la volata per il secondo posto – dietro ovviamente a Savini – e prende 2” di abbuono. La fuga di Savini finirà a circa 30 km dall’arrivo di Terni. Da lì in poi nessuno più è riuscito ad evadere dal gruppo e tutto il lavoro è stato fatto in vista della volata finale. Da segnalare che il rettilineo d’arrivo era lastricato in porfido. Come detto, si è imposto Boasson Hagen davanti a Greipel e Sagan in una volata lunga con la quale è riuscito a resistere al ritorno degli avversari. Matthew Goss ha conservato la prima posizione nella classifica generale, ma dalla tappa di domani ci si attendono importanti scossoni: l’Amelia-Chieti sarà lunga ben 252 km, e sopraqttutto prevede salite importanti, tra le quali spiccano il GPM di Passo Lanciano e lo strappo finale a Chieti che deciderà chi vincerà la tappa e forse anche chi vestirà la maglia azzurra di leader della generale. Ricordiamo anche che in Francia si sta correndo la Parigi-Nizza: oggi la sesta tappa è stata vinta da Luis Leon Sanchez, che ha battuto il compagno di fuga Jens Voigt. Comanda sempre la classifica generale Bradley Wiggins, mentre bisogna segnalare che si è ritirato Ivan Basso, che nei giorni scorsi era caduto. Nella prossima pagina ordine d’arrivo e classifica generale della Tirreno-Adriatico 2012 dopo le prime tre tappe.

 

1. Edvald Boasson Hagen (Nor, Sky Procycling) in 4h 45’ 31”
2. Andrè Greipel (Ger, Lotto Belisol Team) s.t.
3. Peter Sagan (Svk, Team Liquigas-Cannondale) s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1. Matthew Goss (Aus, GreenEdge Cycling Team) in 11h 36′ 44”

2. Stuart O’Grady (Aus, GreenEdge) a 3”

3. Cameron Meyer (Aus, GreenEdge) a 3”

Maglia Bianca – Classifica giovani: Cameron Meyer (Aus, GreenEdge Cycling Team)
Maglia Rossa – Classifica a punti: Mark Cavendish (Gbr, Team Sky)
Maglia Verde – Classifica GPM: Stefano Pirazzi (Ita, Colnago – CSF Inox)

 

(Mauro Mantegazza)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori