GIRO D’ITALIA 2012/ Diciassettesima tappa, Falzes-Cortina d’Ampezzo (186 km): il percorso e le salite

Oggi nella Falzes-Cortina d’Ampezzo (17esima tappa, 186 km) il Giro emetterà i suoi primi, grandi verdetti: si scalano Valparola, Duran, Forcella Staulanza e Giau. Il percorso.

23.05.2012 - La Redazione
scarponi_r400
Michele Scarponi oggi è tra i nomi più attesi (Infophoto)

Diciassettesima tappa del Giro d’Italia 2012, tappone dolomitico Falzes-Cortina d’Ampezzo (186 km): detto che fino ad oggi nessuno ha scherzato – e ci mancherebbe dopo oltre due settimane, 2732 km e circa 70 ore di gara – da oggi però si fa maledettamente sul serio, con i cinque giorni che decideranno questo Giro. Si parte appunto oggi con il classico tappone dolomitico, che quest’anno prevede quattro colli. Ma andiamo con ordine: La partenza è da Falzes, dove ieri è arrivata la tappa: ritrovo alle 10.25 in piazza del Municipio e partenza alle 11.55. Si sale subito verso Terento, per poi tornare nel fondovalle: riscaldamento per tutto quello che accadrà dopo. Si entra in Val Badia e si comincia a salire gradualmente verso il Passo Valparola: la salita vera e propria è lunga 14,1 km, per un dislivello di 777 metri, pendenza media del 5,5% e punte fino al 13%, culminando ai 2197 metri del Passo dopo 71,6 km di corsa. Poi lunghissima discesa che, attraverso Caprile – dove sarà posto il rifornimento ufficiale (92,3 km) – e Alleghe porterà la corsa fino ad Agordo. Siamo al km 115, e da questo momento non ci sarà più un attimo di tregua: si comincia con il Passo Duran. Salita durissima: 12,2 km di lunghezza, 991 metri di dislivello, pendenza media del 8,1% con punte fino al 14%, che culmina ai 1601 metri del Passo (km 127,8 km); si scende a Dont e si risale subito verso la Forcella Staulanza. Lungo la salita si attraversa Zoldo Alto, dove è posto il traguardo volante (ma senza abbuoni, così come all’arrivo); in totale, la salita misura 12,3 km con 851 metri di dislivello, pendenza media del 6,9% e punte fino all’11%. In vetta saremo a quota 1766 metri e al km 148,7 di gara. Nuova discesa verso Selva di Cadore, e poi l’ultima salita: dulcis in fundo, si tratta del Passo Giau. Andiamo con i dati: 9,9 km di lunghezza, 922 metri di dislivello, 9,3% di pendenza media con punte fino al 14%, vetta posta a 2236 metri d’altitudine e dopo 168,2 km di gara. A questo punto mancherà solo la discesa che porterà dritti dritti a Cortina d’Ampezzo, dove si arriverà dopo 186 km che ci auguriamo possano essere memorabili e come sempre con arrivo previsto tra le 17.00 e le 17.30: la classifica potrà cambiare, e anche molto.

Può succedere di tutto, anche perchè finora i distacchi sono davvero ridotti, e vedremo anche le diverse strategie di ogni squadra, senza dimenticare la variabile meteo: c’è qualche possibilità di pioggia, e sui passi ovviamente farà freddo. Anche le dirette tv saranno più lunghe: su Rai Sport si comincia già dalle 12.45, al termine della rubrica “Si Gira”, mentre su Eurosport si parte alle 13.30. Rai Tre si aggiunge alle 15.10.

 

Dalla pagina officiale di Facebook del Giro d’Italia

L'altimetria della tappa Falzes-Cortina d'Ampezzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori