ROLAND GARROS/ Risultati del giorno: avanza la Schiavone, niente da fare per Bolelli con Nadal

- La Redazione

Oggi al Roland Garros niente da fare per Simone Bolelli contro Rafa Nadal, e sono stati eliminati anche Volandri e Lorenzi. Inizia bene invece il torneo della Schiavone: i risultati.

schiavone_r400
Francesca Schiavone (Infophoto)

Altra giornata di gioco al Roland Garros, e ormai è completo il primo turno dell’unico torneo del Grande Slam sulla terra rossa. Francesca Schiavone avanza, mentre agli azzurri non riescono i miracoli. Il sorteggio per gli uomini italiani era stato davvero pessimo, e le previsioni sono state confermate: avanzano Fognini e Seppi, gli unici che avevano sfide alla loro portata. Dopo Potito Starace, che ha ceduto al numero 1 Novak Djokovic, oggi, sempre sul centrale parigino, toccava a Simone Bolelli incrociare il campione in carica e sei volte vincitore, Rafa Nadal. Niente da fare per Simone, che è uscito sconfitto per 6-2 6-2 6-1, rimanendo in gioco per i primi 25 minuti ma poi sovrastato dal fenomeno spagnolo. In precedenza era tornato in campo Filippo Volandri nella prosecuzione del match sospeso ieri sera per l’oscurità contro Tommy Haas, oggi numero 112 ma ex numero due del mondo, che al momento dello stop era in vantaggio 6-3 0-6 6-4 4-2. Al rientro in campo Haas si è imposto per 6-4 chiudendo il match: resta solo il rimpianto per lo stop giunto quando Filippo stava meglio fisicamente e sembrava poter rimontare. Partita difficile anche per Paolo Lorenzi, che contro la testa di serie numero 12, lo spagnolo Nicolas Almagro cede 6-3 7-5 6-4 in una partita combattuta ma nella quale tutti i punti decisivi sono andati allo spagnolo. Nessun problema in campo per i big, ma fa rumore la confessione di Mardy Fish, che a Usa Today confessa di essere fermo da aprile per un’aritmia cardiaca. “Era come se il cuore stesse per uscire dal petto”, rivela il tennista americano. A Miami, dopo il k.o. con Monaco, Fish si è svegliato alle 3.30 del mattino col cuore che viaggiava a 170-180 battiti al minuto, tre volte il normale per un atleta professionista: “Ero nel panico, pensavo di morire”.

Tra le donne inizia bene sul centrale l’avventura di Francesca Schiavone – che raggiunge Pennetta ed Errani al secondo turno – al dodicesimo Roland Garros personale: sconfitta in due set (6-3 6-1) la 41enne giapponese Kimiko Date, in uno dei match più “vecchi” nella storia del torneo parigino. Francesca deve riscattare una stagione che resta abbastanza deludente nonostante la vittoria di Strasburgo, e l’aria del Philippe Chatrier le fa sempre bene.

Nonostante il break subito in avvio, detta il ritmo dell’incontro con pregevoli recuperi,  variazioni di ritmo e la pazienza di chi sa che la strada è ancora lunga. Kimiko, semifinalista qui nel lontanissimo 1995, tenta di far muovere la Leonessa con i suoi fendenti piatti; regge fino al 3 pari, poi schianta lasciando il dominio alla nostra atleta, che chiude in un’ora e 14 minuti. Ora attende al secondo turno la bulgara Tsvetana Pironkova, che ha battuto la belga Yanina Wickmayer 3-6 6-0 6-3.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori