GIRO D’ITALIA 2012/ Lampre-ISD: ecco chi sono i corridori, il capitano e gli obiettivi

- La Redazione

La Lampre-Isd è una delle squadre che a questo Giro d’Italia ha le maggiori ambizioni: giusto così, quando si hanno in rosa Michele Scarponi e Damiano Cunego. Presentazione della squadra.

scarponi_r400
Michele Scarponi oggi è tra i nomi più attesi (Infophoto)

La Lampre-ISD è una squadra professionistica di ciclismo su strada, una delle due principali in Italia, dal momento che fa parte del ciurcuito World Tour dell’UCI. Il direttore generale della squadra è l’ex campione del mondo Giuseppe Saronni, il direttore tecnico Roberto Damiani, il ruolo di direttore sportivo è affidato a: Fabrizio Bontempi, Bogdan Bondariev, Sergio Lerici, Orlando Maini, Maurizio Piovani e Bruno Vicino. Dal 2006 il fornitore ufficiale delle biciclette è la Willer Triestina. Lampre è uno sponsor storico del ciclismo italiano, e in questa stagione è affiancato da ISD, che nelle stagioni precedenti aveva già sponsorizzato altre squadre. La Lampre-ISD è una squadra che ha obiettivi ambiziosi e non lo nasconde, ad ogni manifestazione si presenta al via con un organico importante. Il direttore generale Giuseppe Saronni ha scoperto le carte in tavola dichiarando che in questo Giro d’Italia edizione 2012 l’obiettivo è di portare sul podio più alto Michele Scarponi, per confermare quel numero 1 che l’anno scorso è arrivato soltanto a tavolino, mentre Damiano Cunego svolgerà il ruolo di battitore libero puntando su qualche successo di tappa.
I capitani
Damiano Cunego si dividerà la fascia di capitano con Michele Scarponi. Il primo può vantare un palmares d’eccellenza avendo conseguito nel 1999 una medaglia d’oro ai mondiali juniores di Verona e una medaglia d’argento ai campionati mondiali svoltisi a Varese nel 2008. L’anno in cui Cunego ha conseguito il maggior numero di vittorie è stato il 2004, anno in cui ha vinto il Giro d’Italia (con ben quattro tappe), rivelandosi al mondo intero, il Giro del Trentino, il Giro dell’Appennino e il Giro di Lombardia, grande classica di fine stagione che vinse poi anche nel 2007 e 2008, anno in cui vinse anche l’Amstel Gold Race. Il marchigiano Michele Scarponi (classe 1979) ha iniziato l’attività come ciclista professionista nel 2002 conquistando finora 25 vittorie, specialmente in brevi corse a tappe. Nel 2011 conquista a tavolino la vittoria del Giro d’Italia dopo la squalifica di Alberto Contador.
Altri componenti della squadra
Sono particolarmente attesi i due giovani talenti della Lampre, cioè Adriano Malori (grande promessa per le cronometro) e ancor di più Diego Ulissi, potenziale fenomeno delle corse di un giorno e già vincitore di una tappa nella scorsa edizione della Corsa Rosa. Un altro corridore che non mancherà di dare il suo apporto alla squadra nella competizione rosa è Daniele Pietropolli, un gregario di qualità che nella stagione passata ha conseguito tre vittorie.

Curiosità

Il corridore che vanta il maggior numero di stagioni in attività è Alessandro Spezialetti, gareggia dal 1997 e ha ottenuto 1 successo nel corso di tutta la carriera, mentre Daniele Righi che gareggia dal 2000 non ha mai vinto; la palma del corridore con il maggior numero di gare vinte va invece a Damiano Cunego, nel corso della sua carriera ha ottenuto complessivamente 53 vittorie. L’unico anno in cui la Lampre si è presentata senza un altro sponsor è stato il 2008. Michele Scarponi vincitore a tavolino del Giro d’Italia del 2011 ha ritirato la maglia di vincitore un anno dopo, e ha dichiarato di volerla conquistare su strada rimandando l’appuntamento a Milano.

La squadra per il Giro d’Italia 2012 – LAMPRE-ISD

1) Michele Scarponi (Italia) 25 settembre 1979
2) Damiano Cunego (Italia) 19 settembre 1981

3) Diego Ulissi (Italia) 15 luglio 1989

4) Matteo Bono (Italia) 11 novembre 1983
5) Adriano Malori (Italia) 28 gennaio 1988
6) Przemslaw Niemiec (Polonia) 11 aprile 1980
7) Daniele Pietropolli (Italia) 11 luglio 1980
8) Daniele Righi (Italia) 28 marzo 1976
9) Alessandro Spezialetti (Italia) 14 gennaio 1975



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori