DIRETTA/ Novak Djokovic-Rafael Nadal live (finale Roland Garros): segui la ripresa della partita in temporeale

Si riparte alle 13: Djokovic e Nadal tornano in campo nella finale del Roland Garros, interrotta per pioggia ieri pomeriggio con lo spagnolo in vantaggio due set a uno ma in difficoltà.

11.06.2012 - La Redazione
Djokovic_Wimbledon_R400
Novak Djokovic e Rafael Nadal all'ultimo Wimbledon, vinto dal serbo (Infophoto)

Si ricomincia oggi alle 13 con la finale del Roland Garros. Novak Djokovic e Rafael Nadal tornano in campo dopo l’interruzione per pioggia che ha costretto a non terminare ieri: si riparte con lo spagnolo in vantaggio per due set a uno, ma sotto di un break nel quarto e con l’inerzia spostata verso il serbo. Oggi sarà importante capire come i due giocatori rientreranno dalla pausa: come ci ha detto Vittorio Campanile nell’intervista esclusiva, riprendere dopo una notte può essere deleterio, e in questo Djokovic, che ha giocato meno finali dello Slam, potrebbe accusare il colpo. Il favorito resta Rafa Nadal, che con campo asciutto ha fatto vedere di poter dominare l’avversario a piacimento, salendo due set a zero in modo piuttosto comdo; se però il terreno sarà ancora umido e scivoloso, allora sarà Djokovic a poterne trarre beneficio, come ci ha ricordato Campanile. La verità è che al momento non si può stabilire un vero e proprio favorito: l’inerzia nel tennis, più che in altri sport, è tutto, dunque aspettiamo di vederli tornare in campo. Sempre che ci riescano: teoricamente, il meteo prevede pioggia su Parigi anche per questo pomeriggio. Per Djokovic si tratterebbe del sesto titolo dello Slam, il primo qui che gli permetterebbe di centrare due record: quello di vincere i quattro Slam consecutivamente ma in anni diversi (non ci è riuscito nessuno) e quello di centrare un titolo in tutte le grandi prove (solo Rod Laver, da professionista, ce l’ha fatta). Sarebbe la quarta finale di Slam vinta da Nole contro Nadal (in fila, peraltro) e la quindicesima vittoria in 33 sfide tra i due. Per Nadal invece sarebbe l’undicesimo torneo dello Slam vinto e il settimo Roland Garros in cui solo nel 2009 non ha alzato la coppa (sconfitto da Soderling agli ottavi)

La partita era iniziata nel segno di Nadal. Subito due break per salire 3-0 nel primo set, poi Djokovic ha recuperato ma lo spagnolo riusciva costantemente a non far ragionare il serbo e a metterlo agli angoli con dritti micidiali in lungolinea: altro break nel nono gioco, e poi chiusura di set 6-4. Nel secondo, stessa musica: serve Nole e perde ancora il servizio, si riprende, sale 3-2 ma qui Nadal è impressionante e va a vincere 6-3. La partita, però, cambia: la pioggia aumenta di intensità, Rafa serve nel primo game del terzo set e va 1-0, ma l’arbitro ferma tutto. Venti minuti dopo si torna in campo, Nadal sembra prendere in mano la partita perchè strappa il servizio a Djokovic e va a servire per il 3-0, mentre il serbo distrugge due racchette, la seconda delle quali si infrange contro la sua panchina che deve essere cambiata (Nole si prende anche un warning dall’arbitro). Chiunque guardi la partita sa che siamo vicini a una conclusione; e invece la pioggia gioca un ruolo fondamentale. Le palle iniziano a gonfiarsi d’acqua, il campo diventa pesante e succede che gli spin di Nadal non sono più così efficaci mentre le pallate piatte di Djokovic incidono molto di più. Poi, lo spagnolo che ama correre diagonalmente e scivolare per colpire non trova più l’equilibrio e fatica a dare forza ai colpi. La partita, come spesso accade, gira su un punto singolo: sotto 0-2 e 0-30 Djokovic vince il 15 con un ottimo serve and volley, e da lì rinasce, aiutato anche dalle condizioni climatiche. Vince sei giochi in fila, si aggiudica il terzo set 6-2 ed è bravo a sfruttare gli eventi esterni per ritrovare forza mentale, mentre Nadal al contrario rivede i fantasmi delle ultime finali perse contro il serbo, si innervosisce e perde lucidità. Alla fine ci si mette anche l’arbitro (“Inadeguato, alla prima finale di uno Slam”, ci ha detto Campanile): Nadal vorrebbe giustamente la sospensione prima di iniziare il quarto set, il giudice di sedia decide invece di continuare e allora Nole ne approfitta e si porta subito sul 2-0, piazzando un break che potrebbe risultare decisivo. Poi, proprio quando Rafa sembra ritrovare lucidità ed efficacia – vincendo il terzo game del parziale – arriva la sospensione, stavolta definitiva perchè alle 20 si capisce che non ci sono le condizioni per rientrare in campo. Tutto rimandato, alle 13 si torna in campo e ci auguriamo che lo spettacolo continui. Novak Djokovic-Rafael Nadal sta per cominciare: segui e commenta la diretta della partita sul nostro sito. 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori