ATLETICA/ Merlene Ottey, nuovo record: agli Europei a 52 anni

- La Redazione

La leggendaria velocista Merlene Ottey (slovena dal 2002) parteciperà settimana prossima agli Europei di Helsinki all’età di 52 anni. L’ennesimo record di una carriera leggendaria.

ottey_r400
Merlene Ottey (Infophoto)

Merlene Ottey aggiunge un altro capitolo alla sua incredibile storia sportiva: all’età di 52 anni – non è bella dirlo di una signora, ma è un dettaglio fondamentale per dare valore all’impresa – parteciperà ancora una volta ai Campionati Europei, che si svolgeranno settimana prossima ad Helsinki (per la prima volta con cadenza biennale e quindi pure nell’anno olimpico).

La leggendaria velocista giamaicana, naturalizzata slovena dal 2002 (risiede in Slovenia dal 1999 per seguire l’allenatore Srdjan Djordjevic), ha dunque ottenuto il pass per i campionati continentali. Non parteciperà alla gara individuale, ma farà la staffetta con la Slovenia: è una delle sei atlete selezionate e – tempi stagionali alla mano – dovrebbe essere titolare. La sua storia è lunghissima e memorabile: basterebbe dire che partecipò già ai Giochi Olimpici di Mosca 1980, ottenendo anche una medaglia di bronzo sui 200. Trentadue anni fa, moltissime delle sue rivali non erano nemmeno nate… In totale la Ottey può vantare nove medaglie olimpiche (tre argenti e sei bronzi), anche se non ha mai vinto l’oro, e spesso ha perso gare di grande prestigio per questione di millimetri o millesimi di secondo. Forse però anche questo ha contribuito a proiettarla nel mito, oltre indubbiamente al suo grande fascino e alla innata eleganza. Ai Mondiali invece il suo bottino personale è stato di tre ori (due individuali, nei 200 a Stoccarda 1993 e poi a Goteborg 1995), quattro argenti e sette bronzi, e poi tantissimi altri allori in altre competizioni, compresi altri tre ori iridati indoor. Ad Osaka 2007 è diventata l’atleta più anziana di sempre a partecipare ad un Mondiale, e a Barcellona 2010 ha ottenuto lo stesso risultato per quanto riguarda gli Europei, record che ora andrà a ritoccare. Naturalmente deve ringraziare di questo la Slovenia, perchè in Giamaica non troverebbe più posto in Nazionale, ma va detto che la Ottey vive davvero a Lubiana (anche se passa gli inverni in California), e che la passione che ha ancora oggi per il lavoro quotidiano in pista ha dell’incredibile. I suoi primati personali sono ancora oggi il sesto tempo di sempre sui 100 e il terzo sui 200, anche se ovviamente ora il traguardo massimo sarebbe qualificarsi per la finale; però resta una fonte di ispirazione per tante persone, come si vede sui social network.

Così Merlene Ottey ha commentato questo suo ennesimo record: “Correrò fino a che il mio corpo lo permetterà: mi piace, mi diverte e non mi sento tanto diversa dalla ragazzina di Mosca. Solo un po’ meno veloce”. Tutto il mondo dell’atletica tifa per lei.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori