ROLAND GARROS/ Errani-Vinci nella storia: vincono il doppio battendo Kirilenko-Petrova in finale

- La Redazione

Sara Errani e Roberta Vinci hanno vinto il torneo di doppio femminile al Roland Garros, vincendo in finale contro le russe Nadia Petrova e Maria Kirilenko con il punteggio di 4-6 6-4 6-2.

Errani_Vinci_R400
Sara Errani e Roberta Vinci (Infophoto)

Sara Errani e Roberta Vinci entrano nella storia del tennis italiano: per la prima volta una coppia femminile italiana vince un torneo di doppio del Grande Slam. Le due ragazze azzurre hanno compiuto questa impresa battendo nella finale del doppio del Roland Garros la coppia russa composta da Maria Kirilenko e Nadia Petrova con il risultato di 4-6 6-4 6-2. Naturalmente sotto i riflettori c’era Sara Errani, straordinaria qui a Parigi nel torneo del Grande Slam sulla terra battuta (domani pomeriggio ci sarà l’attesissima finale del singolare contro Maria Sharapova), ma grandissimi complimenti anche a Roberta Vinci. Roberta e Sara sono davvero il miglior doppio in circolazione nel 2012: a gennaio arrivò la già storica finale agli Australian Open, poi una serie di successi in un crescendo per importanza del torneo che è arrivato a Roma – con la vittoria al Foro Italico – e ora a Parigi, il “mondiale” della terra rossa. Domani la Errani potrebbe entrare addirittura nella leggenda se vincesse pure il singolare – impresa riuscita pochissime volte nella storia – anche se è doveroso dire che la Sharapova parte nettamente favorita.

Tornando alla partita di oggi, bisogna dire che si è trattato di una partita molto combattuta tra due coppie di ottimo livello (Petrova-Kirilenko sono tra le migliori al mondo, ed erano state le ultime a fermare le nostre a inizio marzo a Miami). Le russe sono partite un pochino meglio, ma poi le due italiane sono cresciute, fino a conquistare il secondo parziale e a dominare letteralmente il terzo, che ha portato Errani e Vinci nella storia. Come detto, l’inizio è stato difficile: le russe sono subito andate avanti nel primo set fino al 3-0, poi le azzurre hanno inseguito e anche recuperato un break, ma vanamente, in un parziale che si è chiuso sul 6-4 per Kirilenko-Petrova. Comunque è stata l’indicazione di una partita equilibratissima, in cui il 3-0 iniziale russo è stato ingannevole.

Nel secondo set le azzurre hanno subito l’occasione per fare un break, ma non la sfruttano. Il break arriva però nel quinto game, che ci porta sul 3-2 prima che uno scroscio di pioggia portasse a una sospensione di circa mezz’ora. Si riprende con il servizio della Errani, e le azzurre portano a casa il set sfruttando quel break: si chiude sul 6-4.

Nel terzo set un dominio italiano: da 0-1 voliamo sul 4-1 con ben due break consecutivi. Si vede che ormai le nostre sono superiori, mentre le russe sono lontane parenti di quelle delle prime fasi del match. Un breve passaggio a vuoto costa il contro-break del 4-2, ma è solo un fuoco di paglia: Sara e Roberta impediscono alle avversarie di tornare in partita, ottengono nuovamente il decisivo break del 5-2 e poi chiudono alla prima occasione. Sipario.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori