TOUR DE FRANCE 2012/ 5a tappa, Rouen-Saint Quentin (196,5 km): il percorso

- La Redazione

Oggi il Tour de France 2012 affronta la quinta tappa, Rouen-Saint Quentin (196,5 km). Percorso pianeggiante, occasione per i velocisti: ecco tutte le informazioni utili sulla tappa.

greipel
Il velocista della Lotto Soudal Andrè Greipel, 33 anni, tedesco (INFOPHOTO)

Il Tour de France 2012 prosegue senza soste la propria marcia. L’edizione numero 99 della Grande Boucle propone oggi la quinta tappa, che porterà la carovana gialla da Rouen a Saint Quentin. Un’altra frazione lunga – come tutte quelle di questi primi giorni – dal momento che i corridori dovranno affrontare una distanza di 196,5 chilometri, ma senza alcuna diffcoltà altimetrica: dunque anche oggi si va verso un arrivo in volata, a meno che riesca ad andare in porto una fuga da lontano (cosa questa piuttosto difficile). Il principale elemento di interesse della tappa odierna sarà dunque vedere chi avrà la meglio nella terza sfida tra le ruote veloci, dopo che le prime due sono andate al campione del Mondo britannico Mark Cavendish e al tedesco André Greipel, che ieri ha approfittato della caduta dell’uomo veloce del team Sky. Bisognerà dunque anche verificare le condizioni di salute di Cavendish, mentre l’Italia punta su Alessandro Petacchi, che con il secondo posto di ieri ha dimostrato di essere ancora tra i migliori velocisti del mondo. Attenzione naturalmente anche a Peter Sagan, che ha dimostrato di essere pericoloso anche nelle volate di gruppo, anche se in questo genere di arrivi non può essere considerato il favorito. In classifica generale invece non dovrebbero esserci scossoni, e i big dovranno stare attenti soltanto ad evitare le cadute, che sono come sempre lo spauracchio della prima settimana di un grande Giro.

Venendo ad esaminare nel dettaglio la tappa di oggi, ricordiamo che la partenza è da Rouen, sede anche dell’arrivo di ieri (niente trasferimento dunque, cosa sempre gradita ai ciclisti). Sulla tappa c’è ben poco da dire, dal momento che sarà caratterizzata solo da qualche morbido saliscendi, che nemmeno gli organizzatori del Tour – sempre pronti a piazzare un Gran Premio della Montagna ad ogni minimo strappo – hanno però gratificato del titolo di GPM. Gli unici passaggi significativi della tappa lungo il percorso saranno dunque il rifornimento ufficiale, posto in località Viefvillers al km 96 di gara, e il traguardo volante, che andrà in scena in località Breteuil (km 109). Poi lunghissimi chilometri verso la volata finale a Saint Quentin, città che è stata definita “la più sportiva di Francia”.

L’ultimo arrivo in questa città di 58500 abitanti fu nel 2006, e vinse Robbie Mc Ewen, altro indizio di volata per oggi. Bisogna sottolineare che l’ultimo chilometro tende leggermente a salire: nulla di impegnativo, ma sarà un fattore da calcolare nella volata finale. Chi parte troppo presto o con un rapporto sbagliato potrebbe piantarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori