DIRETTA/ Novak Djokovic-Roger Federer live (semifinale Wimbledon 2012): la partita in temporeale

- La Redazione

La diretta della semifinale di Wimbledon 2012 tra Novak Djokovic, numero 1 del mondo, e Roger Federer, numero 2: segui e commenta la partita in tempo reale a partire dalle 14.00

djokovic_federerR400
Novak Djokovic, 25 anni, e Roger Federer, 30, si sfidano per la semifinale di Wimbledon (INFOPHOTO)

Oggi, ore 14.00, campo centrale di Wimbledon: di scena Novak Djokovic contro Roger Federer, ovvero il meglio di quello che il tennis mondiale può attualmente offrire. La partita è valida per la semifinale del torneo di Wimbledon, arrivato alla 126esima edizione. Si gioca al meglio dei cinque set: il quinto e decisivo set non comprende per regolamento il tiebreak, e si conclude eventualmente solo quando un giocatore mette due giochi tra sè e il suo avversario (per intenderci, l’ultimo set può finire anche 8-6, 9-7 e via dicendo). E’ la prima volta che i due campioni si incontrano sull’erba: Djokovic è il campione in carica di Wimbledon, competizione in cui del resto Federer si trova particolarmente a suo agio. Partita dai presupposti storici per Roger, che punta alla vittoria del torneo anche per eguagliare il record di Pete Sampras, che ha vinto Wimbledon per sette volte, una in più dello svizzero. Inoltre, in caso di vittoria ai Championship Federer tornerebbe numero uno della classifica mondiale, scalzando proprio Djokovic e strappando a Sampras l’ulteriore record di settimane al vertice del ranking (sarebbero 286, una in più di Pistol Pete). Di contro si capisce come questo match sia importantissimo anche per Djokovic, che deve difendersi dal ritorno del Re svizzero. La partita inizierà alle 14.00, anche in caso di pioggia: il campo centrale è infatti provvisto di copertura, che sarà preventivamente utilizzata in caso di tempo incerto.

Novak Djokovic, numero uno del mondo, si presenta alla semifinale in grande spolvero. Il serbo ha perso solo un set sino adesso, il primo contro il ceco Radek Stepanek nel terzo turno. Djokovic ha concesso molto poco ai propri avversari, imponendo il proprio gioco martellante ed incisivo. Sin dal primo turno, che lo ha opposto ad un Mosquito Ferrero ormai lontano dai fasti di qualche anno fa. Nole non si lasciato impietosire, piegando lo spagnolo con un eloquente 6-3, 6-3, 6-1. Al secondo turno Djokovic se l’è vista col giovanissimo Ryan Harrison, talentuoso americano classe 1992, regolato con relativa facilità (triplo 6-4). In seguito il suddetto incontro con Stepanek al terzo turno, iniziato in salita ma risolto in scioltezza (triplo 6-2). Nei quarti di finale Nole ha dominato il derby serbo con Viktor Troicki (6-3, 6-1, 6-3), prima di approdare ai quarti contro il tedesco Florian Mayer, numero 31 del ranking. Che però gli fatto solo il solletico prima di essere spazzato via dal 6-4, 6-1, 6-4 che ha spalancato a Djokovic le porte della semifinale. Ora non si scherza più: dall’altra parte della rete ci sarà sua maestà Roger Federer, e si prospetta una partita all’ultimo sangue.

Ed eccoci a Roger, fresco di ritorno al numero 2 del ranking mondiale dopo aver scavalcato Rafa Nadal, precocemente escluso dai giochi. Lo svizzero è alle prese con dei fastidi alla schiena che gli impediscono di esprimersi al cento percento. Tuttavia a Wimbledon Federer gioca in casa, e siamo certi che oggi recupererà il meglio del proprio arsenale per fronteggiare l’avversario più forte. Il torneo di Federer è cominciato in modo agevole, con le facili vittorie nei primi due turni contro lo spagnolo Albert Ramos (triplo 6-1) e il nostro Fabio Fognini (6-1, 6-3, 6-2). Più complicato il terzo turno contro il francese Julien Benneteau. Il numero 29 in classifica ha trascinato il match al quinto parziale, perso 1-6 ma solo dopo una battaglia di oltre tre ore. Federer si è imposto in rimonta col punteggio di 4-6, 6-7, 6-2, 7-6, 6-1. Più agevole il quarto turno contro Xavier Malisse, superato 7-6, 6-1, 4-6, 6-3. Anche nei quarti lo svizzero ha incontrato poche difficoltà, liquidando Youzhny (contro cui ha sempre vinto) per 6-1, 6-2, 6-2, ed ora si appresta a sfidare Djokovic per la ventisettesima volta nella storia (la prima sull’erba come detto). Il bilancio dei precedenti vede Federer in vantaggio per 14-12: ora è davvero il momento di lasciare la parola al campo centrale, la semifinale di Wimbledon tra Novak Djokovic e Roger Federer sta per iniziare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori