TOUR DE FRANCE 2012/ Chiappucci: Sky troppo forte, Nibali da podio (esclusiva)

- int. Claudio Chiappucci

Il Tour de France ha vissuto oggi il primo arrivo in salita, e i protagonisti più attesi (Wiggins, Evans, Nibali) sono stati subito davanti. Il commento di CLAUDIO CHIAPPUCCI (esclusiva).

bradley_wiggins Foto Infophoto

Il primo arrivo in salita di questo Tour de France 2012, nella settima tappa Tomblaine-La Planche des Belles Filles, ha visto il dominio della Sky con la vittoria del britannico Cristopher Froome e la maglia gialla che è finita sulle spalle del capitano Bradley Wiggins, staccato di due secondi come il suo grande rivale Cadel Evans. Buona la prestazione del nostro Vincenzo Nibali, quarto a 7 secondi. Già staccati tutti gli altri (clicca qui per leggere cronaca, risultati e classifica generale). Tutto come nelle previsioni quindi, con davanti i protagonisti più attesi e la Sky che si conferma la squadra più forte, al punto che Froome potrebbe diventare un avversario del suo capitano Wiggins. Per commentare questa tappa abbiamo sentito un grande protagonista del Tour, Claudio Chiappucci: eccolo in questa intervista esclusiva a ilsussidiario.net.

Nibali ce la può fare ad arrivare a Parigi in maglia gialla?

Credo che Wiggins sia veramente il favorito di questo Tour 2012. Nibali può puntare ad arrivare sul podio a Parigi, non penso possa vincere.
Quali armi dovrà usare il corridore siciliano per provare a sconfiggere Wiggins?

Non ne ha tante, perchè deve fronteggiare anche lo squadrone Sky, che è veramente incredibile. E poi non mi sembra che abbia le possibilità per staccare Wiggins in salita, dovrà anche difendersi in alcune tappe.
C’è anche Froome nella Sky, lo ritiene un possibile vincitore di questo Tour?

Froome è un gregario di lusso, non penso però che possa vincere il Tour.

Come deve gestire la Sky questo possibile dualismo tra Froome e Wiggins? La Sky sicuramente sceglierà Wiggins, punterà su di lui rispetto a Froome. Anche se quest’ultimo fosse ancora in lizza per la vittoria nell’ultima settimana del Tour, sarà decisiva la superiorità di Wiggins a cronometro.

Evans può avere chance di vittoria?

Difficile, perchè non ha una squadra forte come la Sky, e questo per una gara come il Tour de France conta moltissimo.

La corsa è esplosa subito: come mai secondo lei?

Questi corridori hanno dimostrato di essere i più forti. Non penso dovessero aspettare ancora, e comunque quello della Sky non è un ciclismo d’attacco, è un ciclismo calcolatore. Ormai non c’è più nessuno che faccia un ciclismo d’attacco, quello che piace alla gente. Sono cambiati i tempi e il modo di interpretare questo sport. Il ciclismo d’attacco è stato abbandonato e non ci sono più le grandi imprese degne della storia di questo sport.

Gli altri sono ormai fuori gioco?

Direi di si. Sono questi i corridori che hanno già fatto la differenza, fin da questo primo attacco in salita.
Cosa si aspetta quindi ancora da questo Tour?

Credo che la Sky cercherà di controllare la corsa. E’ veramente fortissima.

Non ci sono troppe cronometro quest’anno?

Le cronometro c’erano anche ai miei tempi e anche ai tempi di Hinault. Era solo diverso il modo di interpretare il Tour.

 

(Franco Vittadini)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Tour de France

Ultime notizie