VUELTA DI SPAGNA 2012/ Seconda tappa, Pamplona-Viana: vince Degenkolb. La cronaca e la classifica

- La Redazione

Il tedesco John Degenkolb ha vinto in volata la seconda tappa della Vuelta 2012, la Pamplona-Viana (181,4 km). La cronaca, l’ordine d’arrivo e la classifica generale della corsa spagnola.

contador
Alberto Contador (Infophoto)

John Degenkolb, sprinter tedesco della Argos-Shimano, ha vinto la seconda tappa della Vuelta di Spagna 2012, la Pamplona-Viana di 181,4 chilometri. Per Degenkolb è il settimo successo stagionale, ottenuto battendo in volata l’australiano Allan Davis (Orica-GreenEdge) e il britannico Ben Swift (Sky). Quarto posto per l’azzurro Elia Viviani della Liquigas-Cannondale, reduce dalle Olimpiadi di Londra dove ha disputato sia la gara su strada sia l’Omnium su pista. Lo spagnolo Jonathan Castroviejo (Movistar) conserva la maglia rossa di leader della classifica conquistata ieri al termine della cronometro a squadre di Pamplona, nella quale è stato il primo corridore della squadra vincente a tagliare il traguardo.

Diverse sono le notizie di oggi da segnalare: in ottica classifica generale, ha colpito tutti il fatto che Alberto Contador si è buttato in una voltata per uno sprint intermedio con abbuoni. Il campione spagnolo è giunto terzo e ha guadagnato 2″ di abbuono, ma è una scena che ha pochi precedenti, soprattutto alla prima tappa in linea. Notizie molto più brutte giungono invece da Enrico Gasparotto, che oggi non è partito a causa della frattura della clavicola in tre punti, causata dalla caduta di ieri. Notizia pessima anche per la Nazionale in vista del Mondiale di Valkenburg (dove ad aprile l’uomo della Astana ha vinto l’Amstel Gold Race). La tappa invece è stata caratterizzata dalla fuga di tre coraggiosi, scattati dopo 17 km: Mikhail Ignatiev, Javier Chacon e Javier Francisco Aramendia Lorente. La giornata è caratterizzata ancora dal gran caldo, e in gruppo è la Movistar a tirare, pur senza sforzarsi troppo. Chacon è il primo a mollare, quando mancano circa 25 km all’arrivo; insistono invece Aramendia e Ignatiev, ma anche per loro non ci sarà niente da fare. Poi ci prova Sergey Lagutin, ma il coraggioso tentativo solitario dell’uomo della Vacansoleil non ha speranze. L’arrivo in volata è inevitabile, e regala la gioia a Degenkolb, che si conferma tra i migliori velocisti in circolazione. Domani, per la terza tappa, la Vuelta va nei Paesi Baschi e propone ad Eibar il primo dei dieci arrivi in salita di quest’anno.

Oggi si è disputata anche la Classica di Amburgo: ha vinto il giovanissimo francese Arnaud Demare (FdJ), che in volata ha preceduto André Greipel, Giacomo Nizzolo e Tom Boonen.

 

Ordine d’arrivo

1. John Degenkolb (Ger, Argos-Shimano) in 4h54’12”;

2. Allan Davis (Aus, Orica Greenedge) s.t.;

3. Ben Swift (Gb, Sky);

4. Viviani (Ita);

5. Lodewyck (Ire);

6. Reynes (Spa);

7. Cimolai (Ita);

8. Meersman (Bel);

9. Cardoso (Por);

10. Bennati (Ita)

Classifica generale

1. Jonathan Castroviejo (Spa/ Movistar);

2. Nairo Quintana (Col, Movistar) st;

3. Javier Moreno (Spa, Movistar);

4. Valverde (Spa);

5. Intxausti(Spa);

6. Cobo (Spa) a 4″;

7. Van Winden (Ola) a10″;

8. Terpstra (Ola);

9. De Weert (Bel);

10. Ballan (Ita)

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori