GOLF/ Ryder Cup 2012: ecco i 12 giocatori dell’Europa. C’è Francesco Molinari

Il capitano della squadra dell’Europa per la Ryder Cup di golf ha reso noti i nomi dei dodici prescelti per sfidare gli Stati Uniti dal 28 al 30 settembre. In squadra pure Francesco Molinari

28.08.2012 - La Redazione
ryder_cup
La squadra dell'Europa alla Ryder Cup 2010 (Infophoto)

Dal 28 al 30 settembre è in programma uno degli eventi più attesi del golf mondiale. Si tratta della Ryder Cup, la tradizionale sfida che ogni due anni mette di fronte una selezione degli Stati Uniti ed una dell’Europa (fino agli anni ’70 solo la Gran Bretagna, poi fu estesa al resto del continente). Quest’anno si gareggerà in America, e con l’esattezza sui campi di Medinah, nello stato dell’Illinois. Campione in carica è l’Europa, che dovrà difendere il titolo conquistato due anni fa al Celtic Manor Resort di Newport, in Galles, e che è stato il sesto successo europeo nelle ultime otto edizioni, un vero e proprio ribaltamento delle gerarchie che in precedenza vedevano quasi sempre vincitori gli Usa. Certo, vincere oltre Oceano è difficile, tanto che all’Europa è riuscito soltanto tre volte (1987, 1995 e 2004). Sono stati intanto resi noti i componenti della squadra del ‘Vecchio Continente’ ai quali sarà affidata questa missione, e tra loro ci sarà anche l’italiano Francesco Molinari. In dieci si erano già guadagnati un posto grazie ai risultati degli ultimi due anni, mancava soltanto l’ufficializzazione ed insieme ad essa il nome degli ultimi due giocatori. A Gleneagles, Scozia, uno dei templi del golf, il capitano José Maria Olazabal ha completato la squadra dell’Europa scegliendo le due ‘wild-card’. I prescelti dello spagnolo sono stati quelli che alla vigilia erano dati come favoriti per questo ruolo, cioè il belga Nicolas Colsaerts e l’inglese Ian Poulter. I due golfisti si aggiungono a Francesco Molinari, ai nordirlandesi Rory McIlroy e Graeme McDowell, agli inglesi Justin Rose, Luke Donald e Lee Westwood, allo scozzese Paul Lawrie, allo spagnolo Sergio Garcia, allo svedese Peter Hanson e allo tedesco Martin Kaymer. Questi dunque sono i nominati per sfidare gli Stati Uniti, la cui squadra verrà definita lunedì prossimo. Come sempre c’è una supremazia britannica (sei tra inglesi, scozzesi e nordirlandesi), dato che i sudditi di Sua Maestà costituiscono esattamente metà della squadra europea. Due anni fa però i britannici erano addirittura sette; i conti sono stati riequilibrati dal belga Colsaerts, che tra l’altro è l’unico debuttante nella Ryder Cup. Tra gli altri undici, invece, otto erano presenti anche due anni fa. L’Italia perde Edoardo Molinari, ma comunque avere uno dei due fratelli è motivo di soddisfazione, dal momento che prima della ‘doppietta’ del 2010, soltanto Costantino Rocca era giunto a giocare la Ryder Cup: tre partecipazioni consecutive (dal 1993 al 1997) con due successi.

Per tre dei ‘magnifici 12’ l’ultimo test sarà dal 13 settembre all’Italian Open. Francesco Molinari, Martin Kaymer e Nicolas Colsaerts saranno sul percorso del Royal Park I Roveri di Torino per la tappa italiana dello European Tour. “Voglio essere al 100% per l’Italian Open”, ha annunciato ieri Molinari subito dopo il sesto posto del Johnnie Walker Championship. Molinari, Kaymer e Colsaerts non saranno gli unici membri della squadra dell’Europa in gara a Torino: con loro sul percorso ci saranno anche il capitano José Maria Olazabal e due dei suoi vice, Paul McGinley e Miguel Angel Jimenez.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori