TENNIS/ Il nuovo ranking ATP: Federer resta numero uno, Murray scavalca Nadal

- La Redazione

Aggiornato il ranking ATP: Andy Murray scavalca Rafa Nadal e si prende la terza posizione, al numero 1 resta Roger Federer. Seppi è il migliore degli italiani: ventottesima posizione.

Federer_ranking_ATP
Roger Federer (Infophoto)

E’ finito anche il torneo maschile degli Us Open, con la vittoria di Andy Murray che nella finale di ieri, un’autentica battaglia, ha sconfitto in cinque set Novak Djokovic (clicca qui per la cronaca e il video con gli highlights). Come di consueto, il ranking ATP (Association of Tennis Professionals) è stato aggiornato con gli ultimi risultati, dunque abbiamo una nuova classifica da ieri. In testa rimane Roger Federer: lo svizzero consolida la prima posizione mondiale nonostante abbia peggiorato il risultato ottenuto agli Us Open nel 2011 (allora semifinale, stavolta quarti) e ci riesce perchè anche Novak Djokovic non centra la vittoria dello scorso anno, fermandosi appunto alla finale. I due sono separati da poco più di 1.300 punti, e staccano leggermente terzo e quarto in classifica; qui abbiamo il ribaltone, perchè Andy Murray corona un inseguimento durato tre anni (era stato numero 2 nel 2009, dopo la vittoria di Montreal) e a fine torneo si ritrova al terzo posto (lo aveva raggiunto già arrivando in finale), scavalcando Rafa Nadal, che come sappiamo è fermo per un infortunio e, dopo l’eliminazione da Wimbledon al secondo turno, ha dovuto saltare Olimpiadi e Us Open, impossibilitato così a difendere il “podio” del ranking. Ad ogni modo, i primi quattro sono sempre loro, con un abisso sugli altri, soprattutto dal punto di vista del gioco e della concretezza in campo. Dietro, non cambia granchè: Ferrer con la semifinale a New York mantiene il ruolo di primo inseguitore, o se vogliamo di migliore dei “normali. Dietro di lui Tomas Berdych, il giustiziere di Federer (come a Wimbledon 2010, e sempre ai quarti) recupera una posizione su Jo-Wilfried Tsonga, eliminato a sorpresa al secondo turno (da Klizan) dopo un ottimo 2012. Chiudono la top ten, a posizioni invariate, Juan Martin Del Potro (quarti agli Us Open), Janko Tipsarevic (quarti anche per lui) e John Isner, che si è fermato presto nel torneo casalingo. Dietro di loro perde terreno Dolgopolov, ma le sorprese sono poche. L’ultima classifica di Roddick, che ha annunciato il suo ritiro e ha giocato la sua ultima partita contro Del Potro, lo vede al numero 27. Gli italiani non se la passano bene: se in campo femminile abbiamo due giocatrici nelle prime quindici e altre due nelle prime quaranta (clicca qui per il ranking WTA), gli uomini hanno il loro miglior giocatore in Andreas Seppi, che è al numero 28 ed è stato eliminato al primo turno da Robredo. Fognini, Volandri, Lorenzi e Bolelli, gli altri “top” del nostro movimento, non sono tra i primi cinquanta: non usciamo dalla mediocrità, e adesso c’è la Coppa Davis, pur se va detto che il Cile non sembra rappresentare un ostacolo insuperabile.

 

Rank, Name & Nationality Points Week Change Tourn Played
1 Federer, Roger (SUI) 11,805 0 21
2 Djokovic, Novak (SRB) 10,470 0 19
3 Murray, Andy (GBR) 8,570 1 21
4 Nadal, Rafael (ESP) 7,515 -1 20
5 Ferrer, David (ESP) 5,915 0 24
6 Berdych, Tomas (CZE) 4,830 1 24
7 Tsonga, Jo-Wilfried (FRA) 4,520 -1 26
8 Del Potro, Juan Martin (ARG) 3,890 0 22
9 Tipsarevic, Janko (SRB) 3,285 0 29
10 Isner, John (USA) 2,610 0 25
11 Monaco, Juan (ARG) 2,565 0 23
12 Almagro, Nicolas (ESP) 2,475 0 28
13 Cilic, Marin (CRO) 2,455 0 24
14 Gasquet, Richard (FRA) 2,165 0 23
15 Raonic, Milos (CAN) 2,080 1 24
16 Nishikori, Kei (JPN) 1,870 2 24
17 Wawrinka, Stanislas (SUI) 1,865 2 23
18 Kohlschreiber, Philipp (GER) 1,855 2 28
19 Dolgopolov, Alexandr (UKR) 1,815 -4 27
20 Simon, Gilles (FRA) 1,800 -3 28

 

28 (27) Andreas Seppi

54 (59) Fabio Fognini

69 (66) Filippo Volandri

72 (69) Paolo Lorenzi

79 (84) Simone Bolelli



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori