NUOTO DI FONDO/ Europei a Piombino, Martina Grimaldi oro nella 10 km donne, Bolzonello terzo tra gli uomini

- La Redazione

Martina Grimaldi ha vinto la 10 chilometri di nuoto di fondo femminile agli Europei che sono iniziati oggi a Piombino con una gara dominata. Tra gli uomini bronzo per Nicola Bolzonello.

grimaldi1
Martina Grimaldi (Infophoto)

Salvatrice del nuoto italiano a Londra, Martina Grimaldi non tradisce nemmeno a Piombino. Dopo la medaglia di bronzo alle Olimpiadi, oggi è arrivata la medaglia d’oro europea nella gara dei 10 chilometri vinta agli Europei che sono cominciati oggi nella località toscana e proseguiranno fino a domenica. Il mare italiano oggi dunque è stato davvero azzurro, in tutti i sensi, e la nuotatrice bolognese si conferma campionessa d’Europa sulla distanza intermedia del nuoto di fondo, dopo aver vinto la medaglia d’oro anche l’anno scorso ad Eilat (Israele). I 10 km si confermano la gara preferita di Martina Grimaldi, che in carriera ha vinto due ori e un argento europeo, un oro, un argento e un bronzo mondiale e appunto il bronzo olimpico di Londra. Una bella soddisfazione è giunta anche dalla gara maschile, che in mattinata aveva aperto il programma di questi Campionati Continentali ospitati in Toscana: il nuotatore azzurro Nicola Bolzonello ha infatti vinto la medaglia di bronzo (1h57’54”0) nella gara che ha visto laurearsi campione d’Europa il russo Kirill Abrosimov – che ha chiuso con il tempo di 1h57’46”8 – davanti al tedesco Andreas Waschburger (1h57’48”2). Un bell’antipasto per la giornata che prevedeva come piatto forte la gara di Martina Grimaldi.

La campionessa bolognese, classe 1988, tesserata per il Gruppo Sportivo Fiamme Oro, alla vigilia aveva detto che gareggiare in mare – rispetto alla placida Serpentine di Hyde Park – sarebbe stato meglio per lei, perchè le onde esaltano chi ha resistenza rispetto a chi è dotato di una maggiore velocità, e la resistenza è appunto la dote migliore della Grimaldi. Certamente l’azzurra è stata favorita dalle assenze della ungherese Risztov e della britannica Payne, altri due grandi nomi del nuoto di fondo, che hanno ‘staccato’ dopo Londra, ma il valore della bolognese è tale che non si può ridurre questa vittoria alla scarsità di concorrenti. Martina teneva particolarmente a queste gare italiane, e lo ha dimostrato nel migliore dei modi, regalando ai tifosi assiepati nella centralissima piazza Bovio – le gare si disputano infatti nel tratto di mare prospiciente la piazza – quel titolo che tutti si auguravano e che è giunto al termine di una gara dominata dall’inizio alla fine.

Nulla ha potuto la tedesca Angela Maurer, che era la rivale più accreditata della Grimaldi: in effetti la tedesca ha chiuso la gara in seconda posizione, ma senza mai riuscire ad impensierire davvero l’azzurra. Peccato soltanto per Alice Franco, anche lei ottima protagonista della gara ma costretta ad accontentarsi della quarta posizione dopo aver perso la medaglia di bronzo soltanto al fotofinish a vantaggio della ceca Jana Pechanova. L’Italia comunque si conferma protagonista assoluta del nuoto di fondo, e punta a ripetere il dominio dell’anno scorso, quando agli Europei vinse cinque gare su sette.

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori