COPPA DAVIS/ Lo Monaco: Italia-Cile, azzurri ancora favoriti, la superiorità è netta (esclusiva)

- int. Jacopo Lo Monaco

Jacopo Lo Monaco analizza la prima giornata dello spareggio salvezza di Coppa Davis tra Italia e Cile, che si sta disputando a Napoli e vede gli azzurri in vantaggio e favoriti.

seppi
Andreas Seppi, 31 anni (Infophoto)

Dopo la prima giornata dello spareggio valido per la permanenza nel gruppo A di Coppa Davis Italia-Cile, a Napoli, la situazione è di 1-0 per l’Italia e 2-2 nel secondo singolare, sospeso sul punteggio di 1-1 al quinto set tra Fognini e Capdeville. Il match è stato sospeso per oscurità e alle 12 di sabato i due tennisti riprenderanno ad affrontarsi per decidere chi vincerà questo match così combattuto prima del doppio previsto per il pomeriggio. Seppi ha fatto il suo dovere regolando in 3 set il cileno Hormazabal in un match dominato. Meno convincente la prova di Fognini che ha faticato troppo contro Capdeville. In ogni caso siamo sempre favoriti per il successo finale, che potrebbe già concretizzarsi domani se tutto dovesse andare nel modo migliore a Napoli. Intanto si stanno giocando anche le semifinali della fase finale della Davis tra Spagna e Stati Uniti (Spagna senza Nadal) e Argentina-Repubblica Ceca. Favorite le squadre di casa. Per commentare questo Italia-Cile abbiamo sentito Jacopo Lo Monaco, giornalista esperto di tennis, telecronista di Eurosport. Eccolo in questa intervista a ilsussidiario.net.

Come vede questo Italia–Cile? Siamo ancora nettamente favoriti. La differenza tecnica è troppo forte e credo proprio che gli azzurri vinceranno quest’incontro.

Seppi ha fatto il suo dovere… Ha giocato alla grande, come sa fare lui e ha portato a casa il punto che ci serviva. C’è solo Capdeville che può mettere in difficoltà i nostri giocatori, è lui l’unico giocatore cileno di buon valore tecnico.

Per Fognini sarà un prosieguo di set emozionante? Sì ma dovrebbe vincere, anche se i due giocatori si giocheranno la vittoria in 40-50 minuti.

Deluso dalla prova di Fognini di oggi? Sì perchè ha dimostrato ancora una volta di avere dei limiti di testa. Perde spesso la concentrazione durante un incontro e questo non gioca a suo favore. Succede di meno quando gioca contro avversari più forti di lui, ma anche in questi casi ha pause preoccupanti per lui.

Il doppio potrebbe darci la sicurezza del successo finale? Credo proprio che il doppio possa essere un punto buono per noi, in grado di darci il 3-0 se Fognini vincesse contro Capdeville, o comunque di riportarci in vantaggio.

Come vede invece le semifinali, a partire da Spagna–Stati Uniti?

La Spagna è favorita, ma attenti perchè gli Stati Uniti sono più forti nel doppio. In ogni caso un merito a questa nazionale che anche senza Nadal sa proporre una formazione molto valida. In effetti di squadre la Spagna potrebbe presentarne tre, tale è il livello dei suoi giocatori.

E Argentina–Repubblica Ceca? Anche qui la squadra di casa è favorita, ma anche in questo caso la nazionale che gioca in trasferta parte favorita nel doppio.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori