MONDIALI CICLISMO 2012/ Cronometro, Tony Martin si conferma campione del Mondo. Cade Marco Pinotti

- La Redazione

Il tedesco Tony Martin ha vinto la cronometro ai Mondiali di ciclismo di Valkenburg. Argento per Taylor Phinney, bronzo per Vasili Kiriyenka. Cade Marco Pinotti, decimo Adriano Malori.

martin
Tony Martin (Infophoto)

Il tedesco Tony Martin si conferma campione del Mondo della cronometro ai Mondiali di ciclismo che si stanno disputando a Valkenburg, in Olanda. Un trionfo per la Germania nelle prove contro il tempo, dato che ieri tra le donne aveva vinto Judith Arndt – e anche per lei era il bis di Copenhagen. La cronometro odierna, disputata sul difficile percorso di 45,7 km con il Cauberg come ultimo strappo, è stata un lunghissimo duello tra il tedesco della Omega Pharma-Quickstep e il giovanissimo americano della Bmc Taylor Phinney, che alla fine si è dovuto accontentare della medaglia d’argento, staccato di soli 6 secondi dal vincitore. Il tempo di Tony Martin è stato infatti di 58 minuti e 38 secondi, contro il 58’44” di Phinney. Tutti gli altri sono stati pesantemente staccati dai primi due: la medaglia di bronzo è andata un po’ a sorpresa al bielorusso Vasili Kiriyenka, staccato però di ben 1’45” (il tempo dell’uomo della Movistar è stato di 1h00’23”). L’immagine del trionfo di Tony Martin è stato il sorpasso ad Alberto Contador, che era partito ben due minuti prima del tedesco: il campione spagnolo però non era in giornata, ed infatti ha chiuso con una anonima nona posizione. Sfortunato Taylor Phinney, che dopo due quarti posti alle Olimpiadi raccoglie due secondi posti al Mondiale: il primo era arrivato domenica nella cronometro a squadre per team, con la Bmc proprio alle spalle della Omega Pharma di Martin. Per Phinney, a soli 22 anni, è comunque l’ennesima conferma del grande talento a cronometro; per Martin invece è il più importante successo di una difficile stagione, nella quale comunque ha vinto il Giro del Belgio e il campionato nazionale tedesco a cronometro, oltre all’argento olimpico.

Grande delusione in casa Italia: Marco Pinotti stava disputando una grande prova – sui livelli di Kiriyenka e dunque del podio – quando è caduto in una curva a gomito in leggera discesa, tradito dall’asfalto ancora umido a causa della pioggia che è caduta su Valkenburg nelle prime ore della giornata. L’ingegnere bergamasco è risalito in sella, ma aveva perso già molto tempo, e dopo due minuti ha dovuto ritirarsi a causa del dolore alla spalla: la scena dello sconforto di Pinotti consolato dal c.t. Paolo Bettini entrerà sicuramente tra le immagini più forti di questo Mondiale.

Buon risultato per il secondo italiano in gara, Adriano Malori: il giovane parmense della Lampre ha chiuso la cronometro in decima posizione, pochi secondi dietro a Contador. Resta comunque il grande rimpianto per Pinotti: in una gara disertata da Cancellara, Wiggins e Froome il podio era davvero alla portata per l’italiano della Bmc.

Domani giorno di riposo, poi inizieranno le prove in linea: venerdì le donne junior, sabato gli Under 23 e le donne élite, domenica gli junior e i professionisti, la prova più attesa di tutta la rassegna iridata. Domani il c.t. Bettini deciderà chi saranno i nove titolari e le due riserve dell’Italia.

 

 

1. TONY MARTIN (GER) 58’38”

2. Taylor Phinney (Usa) a 6” 

3. Vasil Kiryienka (Bie) a 1’45”

4. Tejay Van Garderen (Usa) a 1’50”

5. Fredrik Kessiakoff (Sve) a 1’51”

6. Dmitriy Gruzdev (Kaz) a 1’57”

7. Jan Barta (Cec) a 2’13”

8. Alex Dowsett (Gb) a 2’26”

9. Alberto Contador(Spa) a 2’30”

10. Adriano Malori (Ita) a 2’41”

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori