TENNIS/ Wta Tokyo: Errani batte la Bartoli e vola ai quarti, Vinci perde con la Azarenka (ottavi)

- La Redazione

Sara Errani ha vinto gli ottavi al torneo di Tokyo, facendo anche un importante passo avanti verso la qualificazione al Masters di fine anno. La Vinci invece deve cedere alla Azarenka.

Errani_finale_doppio_Bobba
Sara Errani, 28 anni, numero 20 del mondo (INFOPHOTO)

Sara Errani vince e convince negli ottavi di finale del prestigioso torneo Wta di Tokyo con la rimonta sulla francese Marion Bartoli, niente da fare invece per Roberta Vinci in una partita quasi impossibile contro la bielorussa Viktoria Azarenka. Questi sono stati i risultati di oggi delle due italiane nel torneo giapponese: la Errani – numero 6 del seeding di Tokyo – dunque accede ai quarti di finale dopo aver battuto Marion Bartoli, testa di serie numero 9, col punteggio di 3-6 6-2 6-2 al termine di due ore e 22 minuti di gioco. Sara, attualmente numero 7 sia nel ranking Wta che nella Race (la classifica stagionale), è a un passo dalla qualificazione ai Championships di Istanbul, il Masters riservato alle migliori otto giocatrici dell’anno. I risultati che stanno maturando in questa settimana aiutano ulteriormente Sara. Infatti, da lunedì prossimo l’azzurra avrà almeno 4975 punti (che naturalmente potranno aumentare se l’emiliana passerà altri turni), contro i 4277 della cinese Na Li, che oggi è stata sconfitta dalla danese Caroline Wozniacki, e i 3410 della stessa francese Bartoli. A dire il vero, l’ottavo di finale della Errani era iniziato male, con un brutto primo set da parte della finalista del Roland Garros e semifinalista di Flushing Meadows, che cede il primo parziale per 6-3 alla quotata avversaria. Poi, però, vengono fuori la lucidità e la determinazione di Sara, certamente il personaggio più in rialzo dell’intero panorama del tennis femminile mondiale in questo 2012. Il secondo e il terzo set prendono decisamente la strada della Errani, e l’azzurra li chiude con un netto e perentorio doppio 6-2 che non lasciano spazio alle discussioni sul merito della vincitrice. Si spalancano, dunque, le porte dei quarti per la nostra portacolori: “E’ stato un match difficile su un campo molto veloce – è il commento a fine partita di Sara Errani -. Abbiamo cominciato male la partita entrambe, io addirittura peggio. Ma nel secondo set Marion era più stanca di me e non è salita di livello quando io, invece, ho iniziato a giocare meglio”. Ora per la Errani ci sarà la sfida con la russa Nadia Petrova, che si è imposta sulla croata Petra Martic al termine di un incontro combattutissimo (7-6, 6-7, 6-4). Niente da fare invece per Roberta Vinci.

La tarantina numero 1 del doppio si è dovuta inchinare alla numero 1 del mondo Viktoria Azarenka, che ha vinto l’incontro con il punteggio di 6-4 6-2. La Vinci è stata molto brava in un primo set tiratissimo, molto equilibrato e in cui la differenza tra le due è sembrata davvero molto sottile. ‘Vika’ sembrava non stare benissimo, tanto da chiedere anche l’intervento del medico, prima di piazzare il break decisivo sul 4 pari. Lo strappo ha deciso non solo il primo set ma di fatto tutta la partita, risolta dalla favorita dopo un secondo set più veloce e un’ora e 26 minuti di gioco complessivo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori