Andreas Seppi truffato per 500mila euro/ “Ho sbagliato investimento e ho perso tutto”

- Silvana Palazzo

Andreas Seppi e la truffa da 500mila euro per un’operazione spericolata: “Ho sbagliato investimento e ho perso tutto”. In tutto sono 900 le vittime di un ex manager del turismo

Andreas Seppi Australian Open lapresse 2019
Andreas Seppi (Foto LaPresse)

Andreas Seppi truffato per 500mila euro. Il tennista altoatesino li ha persi per un’operazione finanziaria spericolata. La vicenda, ricostruita dal Corriere della Sera, risale al febbraio 2017. La maxi truffa è stata architettata dall’ex manager del turismo di Portogruaro, Fabio Gaiatto. Quest’ultimo si è reinventato broker proponendo la compravendita speculativa di valute estere. Al “mago del Forex”, il mercato delle valute, non si è affidato solo Seppi, ma anche tremila investitori. Tutti gli hanno affidato i loro risparmi. La truffa, sulla falsariga dello schema Ponzi, offre rendite altissime ai primi fino al collasso finale. In totale il buco è di ben 77 milioni di euro. «Il mio cliente, purtroppo, ha perso tutto, anche gli interessi maturati», ha dichiarato l’avvocato Aldo Pardo, a cui si è affidato il tennista 35enne. Il conto per lui è di 662mila euro: 500mila euro di capitale versato più la rendita che il tradire aveva promesso e accreditato sul conto aperto a nome di Seppi. «Interessi a due cifre, solo virtuali però. Cioè lui li vedeva al computer, non in tasca».

ANDREAS SEPPI TRUFFATO PER 500MILA EURO

Così Andreas Seppi vede sfumare tutti i premi dei tornei più importanti vinti in carriera: Mosca, Eastbourne e Belgrado. Il tennista non è finito sul lastrico, considerando che ha accumulato un montepremi di quasi 10 milioni di euro. Intanto ha denunciato il fatto in procura: tra le 900 querele delle vittime c’è anche la sua, con i documenti dell’operazione finanziaria. Attraverso l’avvocato che li difende, Seppi e gli altri truffati hanno pagato un investigatore privato per capirne di più. Come riportato dal Corriere della Sera, quello che hanno scoperto ha anticipato l’inchiesta della Guardia di Finanza e ha portato all’arresto di Fabio Gaiatto. Ora è a processo insieme ai suoi 13 complici, mentre spunta un’appendice dei “casalesi” clienti su cui stanno lavorando altre procure. Ma ora Andreas Seppi come sta? «Mah, io l’ho visto tranquillo, direi serafico. Mi ha detto: avvocato, ho sbagliato questa operazione, veda lei», ha dichiarato il legale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA