PAGELLE/ Milan-Roma (0-1): la cronaca, i voti e il tabellino (diciassettesima giornata)

- La Redazione

Milan-Roma finisce con il risultato di uno a zero per i giallorossi che portano a casa tre punti difficili da pronosticare alla vigilia

borriello_derossi_R400_7nov10
Marco Borriello, attaccante Roma (Foto Ansa)

Milan-Roma finisce con il risultato di uno a zero per i giallorossi che portano a casa tre punti difficili da pronosticare alla vigilia e – seppur con un po’ di fortuna – meritati. La partita è molto tattica anche se i ritmi sono buoni e tutto sommato si rivela vivace anche se con poche vere emozioni. Il Milan comincia meglio ed è subito pericoloso nel primo tempo, poi l’infortunio di Pirlo inceppa la manovra rossonera. La Roma gioca compatta, non sbaglia un colpo in difesa e coglie con un rimpallo fortunato occorso a Borriello il gol dell’ex che decide la partita. I giallorossi si sentono in corsa per lo scudetto, per il Milan e i suoi tifosi una bella delusione, e mentre le tre inseguitrici domani tenteranno l’assalto c’è pure l’Inter di Benitez che torna da Abu Dhabi con il suo trofeo. E rilancerà la corsa in campionato.

Parte molto meglio il Milan che si rende pericoloso in due circostanze prima con Boateng e poi con Robinho. Ma il gol non arriva. La Roma inizia contratta e senza idee dalla metà campo in su, ma con un’ottima difesa sempre attenta (Juan strepitoso su Ibrahimovic lo sta mettendo al guinzaglio) e brava nel fuorigioco che neutralizza i lanci dalle retrovie rossonere. Pirlo in particolare ha messo un paio di ottimi palloni sui piedi di Boateng e Ibrahimovic, ma un probabile risentimento muscolare lo ha costretto a lasciare anzitempo il campo sostituito da Seedorf. La migliore occasione del Milan al 35′ con Ibrahimovic che si divora un gol non facilissimo ma ampiamente alla sua portata con un primo controllo approssimativo che dà a Doni lo spunto per ipnotizzare lo svedesone rossonero. La Roma cresce, Adriano fa tanto lavoro “oscuro” e prezioso, ma è Menez a prendere per mano i capitolini. Finte, recuperi accelerazioni. Manca il tiro. E il tabellone lo dimostra. Troppo generoso in alcune situazioni, poco cinico in altre il francese non morde e il Milan ringrazia. Prova in crescendo anche per Borriello. Getta la maschera (letteralmente, se la toglie) al decimo, ma è al 41′ che dà il meglio anche se sciupa un contropiede che poteva far decisamente male ai rossoneri.

Nel secondo tempo la partita si fa ancora più farraginosa, ci sono diversi capovolgimenti di gioco ma le due squadre non riescono a rendersi davvero pericolose. Tuttavia il gol arriva, e arriva per la Roma che sblocca al 24′ dopo uno spunto di Menez sulla fascia che scodella al centro una palla forte e tesa per Borriello, la raggiunge Abate che nel rinviare la spara sullo stinco del centroavanti. Rimpallo fatale per i rossoneri. La partita si infiamma ma è confusa, la Roma ci prova sulle ali dell’entusiasmo, il Milan ci prova a raddrizzare la situazione, ma Ibrahimovic è in serata no. E rimedia pure il cartellino che gli farà saltare la prossima contro il Cagliari per un tiro stupido a gioco fermo a tempo scaduto. Per Ronaldinho solo uno scampolo di partita. Dinho ci prova con una rovesciata da poco fuori l’area piccola, ma il fisico non è quello di Barcellona. Va anche giù su un contatto veniale, l’arbitro chiude un occhio, i tifosi stendono un velo pietoso. Finisce così.

 

MILAN-ROMA 0-1 (primo tempo 0-0)

 

MARCATORI: Borriello al 24’ s.t.

 

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Bonera, Antonini; Gattuso, Pirlo (dal 22’ p.t. Seedorf), Ambrosini; Boateng (dal 41’ s.t. Ronaldinho); Ibrahimovic, Robinho. (Amelia, Yepes, Oddo, Merkel, Strasser). All.: Allegri.

 

ROMA (4-4-2): Doni; Burdisso, Mexes, Juan, Riise; Brighi, De Rossi, Simplicio; Menez (Taddei dal 36’ s.t.) Adriano (dal 42’ s.t. Rosi), Borriello (dal 45’ s.t. Okaka). (Julio Sergio, Castellini, Totti, Pizarro). All.: Ranieri

 

ARBITRO: Damato di Barletta, assistenti Calcagno e Rossomando

 

NOTE – Ammoniti Brighi per gioco scorretto, Ibrahimovic, Rosi e Mexes per comportamento non regolamentare. Angoli 2-3. Recuperi 1’ p.t, 4’ s.t.

 

 

MILAN (4-3-1-2): Abbiati 6; Abate 5.5, Nesta 6.5, Bonera 6, Antonini 5.5; Gattuso 6.5, Pirlo sv (dal 22’ p.t. Seedorf 5), Ambrosini 5.5; Boateng 6 (dal 41’ s.t. Ronaldinho sv); Ibrahimovic 5, Robinho 5.5.

 

All.: Allegri 5

 

ROMA (4-4-2): Doni 6.5; Burdisso 6, Mexes 7, Juan 7, Riise 5; Brighi 6, De Rossi 6.5, Simplicio 6.5; Menez 6.5 (Taddei dal 36’ s.t. sv) Adriano 6 (dal 42’ s.t. Rosi sv), Borriello 7 (dal 45’ s.t. Okaka sv).

 

All.: Ranieri 6.5

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori