CALCIOMERCATO/ Roma, missione centrocampo, tra Sissoko e Bonaventura

- La Redazione

La Roma si è messa a caccia di centrocampisti in vista di gennaio. I giallorossi pensano al francese Moussa Sissoko e al giovane talento dell’Atalanta Giacomo Bonaventura.

walter_sabatini_r400
Il ds giallorosso Walter Sabatini (foto ANSA)

La Roma progetta un restyling per il proprio centrocampo. Tolto il perno De Rossi, gli altri nuovi acquisti nel reparto non hanno convinto troppo. Gago si è visto solo a sprazzi, complici anche alcuni problemi fisici. La sensazione è che l’argentino debba ancora ingranare, in tutti i sensi, e provare a calarsi al meglio nella nostra realtà calcistica. Pjanic, poi, ha confermato quanto si diceva sul suo conto a Lione. Bravo tecnicamente ma leggerino e assai discontinuo. Il bosniaco, per ora, non ha smentito tali giudizi. L’esperienza di Perrotta e la riscoperta di Simplicio sono e saranno fattori importanti, ma da soli non possono bastare a Luis Enrique, che vuole centrocampisti di lotta e di governo. Ecco, quindi, che il ds giallorosso Walter Sabatini si è già messo a caccia di giocatori utili per rafforzare a dovere il reparto di mezzo. Tra i nomi preferiti è rispuntato fuori quello del 23enne Moussa Sissoko, in forza al Tolosa. Secondo la stampa inglese la Roma dovrà vedersela con la concorrenza di Inter e Liverpool per provare a strappare il giocatore ai francesi. Sissoko è considerato uno dei talenti più in vista del calcio transalpino. Si tratta di un elemento assolutamente completo, duro quanto basta in fase di interdizione, ma dotato anche di piedi più che discreti. Tanto che non ha alcuna difficoltà a trovare la via del gol. Basti pensare che ha siglato ben 20 reti con la maglia del Tolosa, non poche considerando il suo ruolo. Altra pista interessante per il centrocampo giallorosso del futuro è quella che conduce a Giacomo Bonaventura, giovane talento dell’Atalanta-rivelazione. Il suo agente Giocondo Martorelli, intervistato da CalcioMercatoWeb, ha smentito contatti ufficiali con Roma, Fiorentina e Napoli – i tre club interessati al ragazzo – ma non ha chiuso del tutto la porta. “A maggio tireremo le somme, si tratta di piazze importanti”, ha fatto sapere lo stesso Martorelli. Il quale ci ha tenuto ha sottolineare le potenzialità del suo assistito, che si stanno rivelando anche sul palcoscenico della serie A, dopo l’ottima stagione in cadetteria. Sembra molto difficile, in ogni caso, che l’Atalanta si privi di lui a gennaio, in pieno campionato. In estate, al contrario, sarà tutto un altro discorso, da affrontare nelle sedi opportune.

Bonaventura si candida ad essere uno dei talenti più luminosi del calcio italiano, assieme al compagno di squadra Gabbiadini e al napoletano Insigne. Deve solo trovare una squadra che creda in lui e gli conceda lo spazio necessario. Sarà la Roma?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori