CALCIOMERCATO/ Roma, ag. Borini: Farà di tutto per la riconferma

- La Redazione

L’agente De Marchi ha parlato del futuro del giovane bomber, che si presume sarà ancora giallorosso. Borini, ha detto, si è già innamorato della piazza capitolina…

fabio_borini_r400-1
Fabio Borini (Foto Ansa)

Fabio Borini è pazzo di Roma e della Roma. E’ quanto ha fatto capire oggi il suo agente Marco De Marchi ai microfoni di Radio Manà Manà. L’attaccante dell’Under 21 si è subito ambientato benissimo nella Capitale, diventando un elemento di sicuro affidamento per mister Luis Enrique. Il tecnico asturiano lo ha scelto spesso come attaccante di fascia – che pure non è il suo ruolo naturale – ricevendo in cambio delle ottime risposte. Borini, ha spiegato De Marchi, “farà di tutto per essere confermato”. La sua battaglia per conquistarsi un posto al sole a Trigoria è appena iniziata. L’obiettivo è ottenere il riscatto del cartellino, in modo da entrare definitivamente nel mondo Roma. Il primo impatto, come detto, è stato positivo, sia con la città che con l’ambiente più strettamente calcistico della Roma giallorossa. Senza contare la soddisfazione – continua l’agente – di essere arrivati “in una società dal grande avvenire, basta vedere gli acquisti fatti”. Acquisti come Pjanic, Lamela, tutti giocatori giovani e di elevatissima qualità. “Magari non vincerà oggi, ma domani qualche trofeo arriverà sicuramente”, è l’opinione di De Marchi, che si profonde in lodi sperticate per Luis Enrique, un tecnico con cui Fabio è subito entrato in sintonia. Merito, sottolinea, anche dello stesso Borini, uno che “ha una gran voglia di lavorare, non si lamenta mai”. Dulcis in fundo, l’ex-Swansea è stato incluso tra i 101 candidati al premio Don Balon 2011, relativo ai migliori giovani talenti del calcio internazionale. “Sono soddisfazioni”, commenta De Marchi, che definisce “un motivo d’orgoglio” la presenza del suo assistito nell’elenco dei pretendenti. Nella giovane e frizzante Roma di Luis Enrique uno come Borini si trova come un pesce nell’acqua. Questione tecnica, ma anche caratteriale, di feeling. Il 4-3-3 dello spagnolo sembra fatto apposta per esaltare le sue caratteristiche. In partenza, in verità, il suo ruolo sarebbe quello di punta centrale, ma ci sono già Osvaldo, Totti e Borriello. Meglio riciclarsi all’ala, anche perchè corsa e resistenza atletica non mancano al Nostro. Completa il profilo una bella personalità, che quasi sconfina nella sfrontatezza. Borini, infatti, è uno che ci prova sempre, a testa alta, e non si arrende mai.

I tifosi giallorossi già lo amano e sperano di assistere ad una sua continua crescita. De Marchi, che lo conosce da quand’era adolescente, è pronto a scommetterci su: questo ragazzo diventerà un grande.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori