DIRETTA/ Novara-Roma live (Serie A 2011/2012): segui e commenta la partita live in temporeale

- La Redazione

Novara-Roma è la partita più attesa tra i due anticipi di questa giornata di Serie A. Il Novara deve far punti salvezza, la Roma per salvare il proprio progetto. La diretta di Novara-Roma

luisenrique_R400
Luis Enrique (foto Ansa)

Novara-Roma è la partita più attesa tra i due anticipi di questa undicesima giornata di Serie A e si giocherà alle ore 20.45. Il Novara si dibatte nelle cattive acque della zona retrocessione a quota sette punti. Una risultato utile sarebbe fondamentale per la grande sfida salvezza, ma l’avversario decisamente non è dei più abbordabili. La Roma di Luis Enrique è ancora bloccata a 11 punti in classifica e nelle ultime due partite di campionato ha raccolto solo sconfitte. Per ora il bottino del tecnico della Roma è piuttosto misero nonostante la sua squadra abbia avuto un inizio di stagione abbastanza abbordabile. La Roma, per ora, primeggia solo nelle statistiche, come possesso palla e predominio territoriale. Peccato che questi numeri non “facciano legna”. Vista la delicata situazione che si respira a Roma, con le radio e i soliti noti “gufi” che soffiano sul fuoco, la partita di stasera contro il Novara sarà un mix esplosivo di emozioni forti. E’ per questo che se Novara-Roma terminasse con un pareggio gli ulteriori de punti persi dai giallorossi potrebbero cominciare a far pesantemente scricchiolare la panchina di Luis Enrique.
Il Novara scenderà in campo con il consueto 4-3-1-2, un modulo speculare a quello della Roma. Tesser dovrà fare i conti con ben quattro defezioni nel settore arretrato a causa del forfait dei difensori Lisuzzo, Dellafiore, Ludi e del portiere Ujkani. I tre confermati di centrocampo saranno Marianini, Porcari, Rigoni mentre in attacco oltre al “romanista” Mazzarani sulla trequarti e a Meggiorini, Tesser giocherà la carta del giapponesino Morimoto, ex Catania, una vera e propria bestia nera per la Roma: 5 partite giocate e 4 gol realizzati nella porta giallorossa. Ne sa qualcosa il povero Doni… 
I giocatori della Roma sono giunti a Novara nel tardo pomeriggio di ieri: dopo essere atterrati a Linate, hanno raggiunto la città piemontese in pullman. Stasera per molti potrebbe essere la gara della verità per la Roma. I “cattivi” malignano che un’eventuale insuccesso contro il Novara potrebbe convincere Luis Enrique a rassegnare le dimissioni. La dirigenza, cioè i “buoni”, continua a sostenere incondizionatamente il tecnico asturiano e anche questa mattina, il team manager della Roma, Silvio Scaglia, ha voluto rassicurare tutti sul fatto che Novara in ogni caso non dirà la parola fine su questo progetto americano in cui tutti credono ciecamente. I risultati arriveranno, dicono sicuri dalle parti di Trigoria. Ma lo sport vive anche necessariamente di risultati, purtroppo, oltre che di spettacolo e di emozioni. E questo il mister della Roma lo sa bene e lo ha chiarito anche in conferenza stampa. Sa che la squadra è con lui, così come Tom, Sabatini e Baldini, ma sa anche altrettanto bene che per continuare a coltivare il sogno giallorosso a stelle e strisce ha bisogno di nutrirlo a suon di vittorie. Quelle che aspetta e che chiede anche la tifoseria, che anche dopo l’ultima sconfitta ha voluto comunque sostenere i suoi beniamini. La Roma si presenta a Novara ancora senza il Capitano Francesco Totti. Luis Enrique ha lasciato a casa a sorpresa anche Cicinho (che pareva aver recuperato dal fastidioso infortunio) oltre a Kjaer, Pizarro, Juan e Borini. La squadra sarà schierata col consueto 4-3-3 e vedrà in difesa la coppia centrale tutta argentina Heinze-Burdisso, mentre sulla fascia destra dovrebbe fare il suo rientro dal primo minuto Rosi che prenderà il posto del deludente Cassetti. Anche a metà campo il tempo degli esperimenti sembra ormai finito. La Roma in versione-Novara schiererà a fianco degli “intoccabili” De Rossi e Pjanic uno tra Gago e Greco. Lamela in attacco prenderà il posto di Totti sulla trequarti mentre la coppia di centravanti sarà formata da Bojan e Osvaldo. Ma occhio alla possibile “sorpresa” Borriello, che negli ultimissimi minuti sembra aver avuto la meglio sull’Italo-argentino e dovrebbe avere finalmente la sua vera chance dal primo minuto. Il Novara del tecnico Tesser non vuole fare da spettatore e nemmeno provare a “risolvere” i problemi della Roma. La classifica di questo campionato è molto mobile e squadre costruite per lottare per la salvezza si trovano ai primi posti nella colonna di sinistra: Dopo un avvio di stagione non semplice il Novara sembra aver trovato una sua dimensione di gioco e aver metabolizzato il salto di categoria. Ora c’è bisogno di raccimolare punti importanti per stare al passo delle concorrenti che lottano per non retrocedere. Proprio in casa i ragazzi di Tesser sono molto pericolosi e ne sa qualcosa Gasperini che proprio sul sintetico di Novara ci ha lasciato le penne. E intanto a Novara da ormai 36 ore continua a piovere ininterrottamente ma il nuovo campo in sintetico regge bene e i dirigenti delle due squadre hanno escluso un rinvio. La tensione sale e tifosi della Roma cercano di stemperarla affidandosi a cori scaramantici: “Partita bagnata, Roma fortunata…”. Tra poco vedremo cosa sentenzierà il campo. Novara-Roma sta per cominciare…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori