DIRETTA/ Fiorentina-Roma live (Serie A 2011/2012): la partita in temporeale

- La Redazione

Fiorentina-Roma è la partita più interessante di questa giornata di Serie A. Partita importantissima tra due squadre condannate a vincere. La diretta di Fiorentina-Roma live in temporeale

Totti_maglia_R400
Francesco Totti (Foto: Ansa)

Fiorentina-Roma è la partita più interessante di questa quattordicesima giornata del Campionato di Serie A. Non solo per la classifica di Fiorentina e Roma (che poteva essere anche più florida), ma soprattutto per la caratura delle due formazioni, un po’ in crisi di rendimento, ma sulla carta piene di talenti. La Fiorentina a quota tredici punti galleggia appena sopra la zona retrocessione. Semplicemente non le compete e ovviamente tutti si attendono che cominci a vincere per dirigersi verso zone di classifica ben più consone al suo valore. La Roma di Luis Enrique a quota diciassette punti inizia il suo Mortirolo con una serie di partite decisamente proibitive. Deve fare quanti più punti possibili, solo allora sarà una certezza la fisionomia del campionato dei giallorossi. Chiaro che oggi si deve vincere. E se Fiorentina-Roma finisse con il segno X? Beh, a quel punto c’è il concretissimo rischio che l’effetto allenatori svanisca del tutto sia per i gigliati che per i capitolini. Non vuole affatto dire che salti qualche panchina, perché questo è fuori discussione, ma lavorare con la piazza contro non è proprio un piacere…
La Fiorentina si prepara ad accogliere la Roma consapevole di dover fare un grande risultato davanti al proprio pubblico. Delio Rossi sta cominciando a plasmare la sua squadra, e questo è più che positivo per i viola nonostante le marette che a volte questo comporta. Un pareggio e una sconfitta non sono certo un bilancio positivo per Delio che cercherà oggi di cogliere quella vittoria di prestigio che potrebbe sistemare le cose per un po’. anche perchè il bilancio era già magro prima, con solo quattro punti raccolti in cinque partite. Oggi non ci sarà Natali, squalificato, al pari degli infortunati Kroldrup, Cassani, Gulan, Kharja e Cerci. Brutto affare per Rossi che trova le scelte per un cambio in corsa durante la partita molto risicate, ma in ogni caso è in grado di schierare una formazione titolare competitiva con Jovetic perno dell’attacco e Vargas che dovrebbe trovare spazio come suggeritore aggiunto, mentre dietro le punte si piazzerà Lazzari. In difesa Nastasic dovrebbe essere preferito a Camporese per sostituire l’assente Natali. Qualità e quantità a centrocampo, ma oggi far circolar palla, contro la Roma, sarà davvero complicato.
La Roma di Luis Enrique arriva all’appuntamento sull’onda del caso Osvaldo. Oramai tutti, anche i meno attenti alle cose del calcio, sanno che lo schiaffo a Lamela, perdonato e riappacificato con una cena, costerà comunque all’italo-argentino l’esclusione da questa gara. E non è come dire perchè Osvaldo è il capocannoniere di una Roma che – se ha un difetto – è che segna poco rispetto ai gol che prende. In trasferta poi il bilancio è negativo, cinque gol fatti contro sei subiti. Ma Luis Enrique ha gli attributi, e si spera che li tiri fuori anche la squadra, quel gruppo che lui ha scelto nel punire il singolo giocatore. Sei punti in cinque partite non sono un grande ruolino di marcia, ovviamente, ma visti gli appuntamenti che si avvicinano arrivare a Natale con una situazione di classifica che valga l’Europa vuol dire mettere in fila vittorie strabilianti. Oggi torna Totti e – salvo sorprese – in attacco il tridente dovrebbe essere formato dal Capitano, Bojan e Pjanic. Possibile l’impiego di Perrotta con De Rossi e Gago per mettere in campo una diga davanti alla difesa, fin qui troppo claudicante e non particolarmente veloce per quanto riguarda i centrali.  Non ci saranno Burdisso (ovviamente) Borini, Pizarro, Kjaer e Rosi. E’ emergenza difesa con De Rossi candidato ad arretrare in caso di bisogno. Ma siamo pronti come sempre a farci stupire. Per il verdetto, invece, aspettiamo il campo: Fiorentina-Roma sta per cominciare…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori