CALCIOMERCATO/ Roma, più Guardiola che Mourinho. In pista anche Ancelotti

Aspettando gli americani si scatena il totoallenatore per la prossima stagione                                                                         

04.03.2011 - La Redazione
mourinho_guardiola_R375x255_20apr10
Pep Guardiola (foto Ansa)

“Se dovessi andar via dal Real mi piacerebbe andare in una grande squadra del campionato inglese o italiano”, firmato Josè Mourinho. Neanche è finita la stagione che il profeta di Setubal esprime già le sue preferenze in caso di un divorzio con il club di Madrid dove, tra l’ansia di vincere e la guerra interna col direttore Valdano, lo Special One potrebbe fermarsi solo fino a giugno. Più delle sue dichiarazioni, nella giornata di giovedì è rimbalzata insistentemente l’ipotesi di un approdo di Mourinho a Trigoria già dalla prossima stagione. Realtà o fantascienza? La possibilità, caldeggiata da alcune radio locali e da certa stampa iberica, ha trovato spazio sui giornali ed è stata oggetto di dibattito tra gli addetti ai lavori. D’altronde Mourinho sembra l’uomo giusto per lo spogliatoio di Trigoria dove il portoghese porterebbe disciplina, motivazioni e spirito di gruppo. Ingredienti che ultimamente scarseggiano tra i giocatori giallorossi. Dalla Spagna però, l’ex Inter non sembra il solo candidato alla panchina capitolina. “Più che Mourinho, alla Roma potrebbe arrivare Guardiola”. A dirlo è Cristina Cuvero, direttore della sezione esterna del quotidiano El Mundo Deportivo.

La giornalista, intervistata da Radio Manà Manà, spiega infatti che “Pep ha un ricordo bellissimo di Roma anche se c’è rimasto poco tempo. Lui parla sempre con molta enfasi della città. E’ innamorato della luce, della gente, dei sorrisi, del modo di vivere della Capitale. La famiglia si è sempre trovata molto bene, moglie e figli tornerebbero volentieri anche perché il loro è un profondo legame con l’Italia”. Tutto facile, allora? “Ha firmato per un anno il rinnovo con il Barcellona, ma l’opinione della famiglia è importante e visto il loro legame con l’Italia non mi sorprenderebbe vederlo sulla panchina giallorossa. Pep ha dichiarato di voler fare un’esperienza fuori dalla Spagna, visto il suo amore per l’Italia, perché no a Roma?”. Nel frattempo resta in piedi l’ipotesi Carlo Ancelotti. L’allenatore del Chelsea non ha mai nascosto il desiderio di sedersi sulla panchina giallorossa anche se ha più volte ribadito (in via ufficiale) la volontà di restare a Londra almeno per un altro anno. La palla passerà dunque agli americani: Thomas DiBenedetto e soci, che dovrebbero firmare intorno al 17 marzo, avranno l’onore e l’onere di scegliere la nuova guida tecnica di Trigoria.

 

(mar.fat.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori