CALCIOMERCATO/ Roma, Milan, ag. di Balzaretti: Bisogna chiedere al Palermo

Toccherà al presidente del Palermo decidere se mettere in vendita o meno il terzino sinistro della nazionale italiana, Federico Balzaretti, e soprattutto a quale prezzo

28.04.2011 - La Redazione
zamparini_R375_22set08
Maurizio Zamparini (foto Ansa)

CALCIOMERCATO ROMA MILAN – Il futuro di Federico Balzaretti è nelle mani di Maurizio Zamparini. Toccherà infatti al presidente del Palermo decidere se mettere in vendita o meno il terzino sinistro della nazionale italiana e soprattutto a quale prezzo. Lo dice chiaramente l’agente dell’ex Juventus, Claudio Sclosa, intervenuto sulle frequenze di TeleRadioStereo: «Balzaretti oggi per rendimento è il migliore terzino sinistro del campionato – spiega il procuratore – è chiaro che possa essere seguito, soprattutto perchè grandi interpreti nel suo ruolo non ce ne sono pochi. E’ ovvio però che Federico ha altri due anni di contratto con il Palermo e qualsiasi tipo di trattativa passerebbe attraverso le volontà del club di Zamparini».

Roma, ma non solo sulle tracce del terzino: «In ottica di mercato il suo nome può solleticare le fantasie di numerosi club. La Roma? In questo caso prima di parlare di qualsiasi operazione bisogna attendere le nomine. Se Sabatini sarà dirigente della nuova Roma di sicuro per il club giallorosso sarà un colpo notevole, perchè parliamo di un grande conoscitore di calcio, che sa operare bene, e che conosce bene Balzaretti. Oggi di terzini ne nascono pochi, non a caso si pesca molto in Brasile, dove domina la tecnica di giocatori che poi devono adattarsi a un calcio diverso come quello europeo».

Sclosa non intende sbilanciarsi eccessivamente: «Roma, Napoli, Milan? Di nomi ne circolano molti, poi bisogna capire se il Palermo abbia ricevuto proposte concrete. La nuova Roma? C’è curiosità nel mondo del mercato, con nomi importanti come Sabatini la squadra potrà essere rafforzata, ma non va sottovalutato il lavoro svolto da chi per la Roma ha operato molto bene come Pradè e Bruno Conti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori