CALCIOMERCATO/ Roma, in attesa di Bojan, Lamela e Alvarez in stand-by

- La Redazione

La Roma continua a lavorare con l’obiettivo di rinforzare il proprio scacchiere e renderlo competitivo per la prossima stagione. Il primo acquisto sarà quello di Bojan

bojan_krkic_R375x255_01mar09
Bojan ieri in gol (Foto Ansa)

CALCIOMERCATO ROMA – Al di là delle varie operazioni in uscita, leggasi in particolare Mirko Vucinic e Marco Borriello, la Roma continua a lavorare con l’obiettivo di rinforzare il proprio scacchiere e renderlo competitivo per la prossima stagione. Il primo acquisto, ormai quasi definito, sarà quello di Bojan Krkic, splendido attaccante della cantera del Barcellona, neo-campione d’Europa Under-21 con la nazionale spagnola, la Rojita. Il diretto interessato è stato interpellato sulla questione e senza sbilanciarsi ha ammesso: «Ancora non posso dire apertamente di essere giocatore della Roma – le parole di Bojan in Danimarca riportate da Marca – Ho appena vinto l’europeo Under 21, sono molto felice e voglio festeggiare con i miei compagni di squadra prima di venire a Barcellona. Ancora non posso dire che la firma sia cosa fatta o che io sono romanista». Anche nella nazionale spagnola, così come nel Barcellona, un ruolo minore per il giovane attaccante: «Non ho passato un buon momento di forma – ha proseguito – ma sono stato pronto quando l’allenatore aveva bisogno di me. Volevo un ruolo più importante, ma non è stato possibile. La cosa importante è che alla fine siamo diventati campioni. Siamo tutti molto felici ed entusiasti dopo aver raggiunto i due obiettivi. Saremo nelle Olimpiadi e ci sono dei campioni. Adesso siamo molto contenti». La trattativa si concretizzerà con la formula del prestito con diritti di riscatto fissato attorno ai 10 milioni di euro. Il Barcellona, come spesso accade nel calcio spagnolo, ha deciso di fissare un contro riscatto a 15 milioni di euro, come tutela nel caso in cui Bojan esploda in maniera incredibile in quel di Roma. Nel frattempo sembra raffreddarsi la pista che porta ad Alvarez. Parlando del talento del Velez il ds Sabatini ha ammesso: «C’è un preaccordo con lui per bloccarlo. Però 15 milioni per Alvarez sono troppi. Io sono dell’idea che un giocatore debba essere pagato quanto vale. Alvarez è un ’88, ma ha poche partite in prima squadra. Ho perso il momento giusto per poter risparmiare facendo leva su una clausola che però i calciatori argentini non vogliono mai far valere». Simile la questione riguardante Erik Lamela altro giocatore accostato spesso ai capitolini ma che potrebbe rimanere in Argentina per un’altra stagione: «Lamela elogiato ma probabilmente non verrà? Sarà probabilmente cosi, molti sono elogiabili perchè sono ottimi giocatori, spero che qualcuno arriverà».

«C’è una fibrillazione incredibile ora – ha concluso iol direttore sportivo della Roma – siamo un po’ in disparte anche se continuiamo a occuparcene. Il mercato è statico generalmente, è in totale mobilità nei prossimi giorni succederà qualcosa e a catena si muoveranno tutte le altre».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori