CALCIOMERCATO/ Roma, De Marchi: Stekelenburg è un affare, Rekik e Willems talenti del futuro (esclusiva)

- La Redazione

Marco De Marchi ci accompagna alla scoperta dei grandi talenti del campionato olandese, sui quali le società italiane difficilmente decidono di puntare. Ecco perchè.

stekelenburg_R400_26giu11
Maarten Stekelenburg, portiere Ajax (Foto Ansa)

Il campionato olandese è da sempre una fucina di talenti purissimi, che le società italiane stanno riscoprendo solamente ora, grazie all’interesse dichiarato della Roma per l’estremo difensore Maarten Stekelenburg, che ha ricollocato sotto i riflettori  della cronaca sportiva l’Eredivise e i suoi fuoriclasse. Di alcuni di questi abbiamo parlato con Marco De Marchi, agente Fifa specializzato nel mercato olandese, intervenuto in esclusiva a ilsussidiario.net, per fare una panoramica su un campionato poco conosciuto in Italia.

Come mai le squadre italiane raramente investono sui talenti olandesi?

Il calcio olandese ha una cultura completamente diversa dalla nostra, soprattutto nell’approcciarsi e nell’interpretare i fondamentali. In Olanda ci sono giocatori con qualità straordinarie, ma non è detto che in Italia riuscirebbero a trovarsi a loro agio.

In Italia si parla molto di Stekelenburg. E’ pronto per giocare in serie A?

E’ un ragazzo di assoluto valore, affermato, maturo e con alle spalle l’esperienza necessaria per fare il salto di qualità, approdando in un altro campionato. Anni di militanza nell’Ajax e nella nazionale hanno fatto di lui un numero uno di assoluta affidabilità.

La Roma farebbe bene ad investire su di lui?

La risposta è semplicissima: che chi lo prende fa un affare…

Suo compagno all’Ajax è Van Der Wiel, da sempre accostato a diversi club italiani, ma mai approdato da noi…

E’ un terzino destro di spinta, classe 1988, molto propenso ad attaccare. Non è il classico difensore che siamo abituati a vedere in Italia. In Olanda sono molto più propensi a spingere che a difendere e Serie A potrebbe incontrare delle difficoltà di adattamento al nostro calcio. Sicuramente è uno dei talenti più interessanti in circolazione.

Vertonghen è stato accostato al Milan. Che giocatore è?

E’ un giocatore che sta facendo molto bene, convincendo il pubblico e la critica con delle prestazioni importanti. Un difensore giovane, 24 anni, che si sta mettendo in luce molto bene nell’Ajax. In futuro lo stesso giocatore ha ammesso di non essere stato contattato da alcun club, quindi c’è poco da dire.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS DI CALCIOMERCATO ROMA INTER

Mertens, ex Utrecht appena passato al PSV, era stato monitorato dall’Inter: che giocatore è?

Un giocatore eccezionale, il classico esterno d’attacco molto veloce, che quest’anno ha fatto veramente bene all’Utrecht. Il Psv dopo una lunga trattativa ha comprato sia lui che un ragazzo straordinario, Kevin Strootman: sono due colpi eccezionali, peccato che non siano arrivati in Italia…

 

Anche Ricky van Wolfswinkel è stato a lungo nel mirino di Napoli, Palermo e Fiorentina. Ma anche qui non se n’è fatto nulla….

Un attaccante classe 1989, di ottima prospettiva, che si è appena trasferito allo Sporting Lisbona. E’ assistito da un mio collega che mi aveva dato l’autorizzazione a trattarlo con diversi club italiani: io l’ho proposto ad alcune società, ma nessuna di queste ha creduto nelle sue potenzialità e lui è finito in Portogallo. Altra occasione sprecata.

 

Due nomi per il futuro su cui le italiane dovrebbero puntare forte?

Talenti ce ne sono in circolazione molti, ma due ragazzi di cui sento parlare molto bene sono Jetro Willems dello Sparta Rotterdam e Karim Rekik del Feyenord. Non ho ancora avuto modo di vederli all’opera direttamente, ma le recensioni che mi sono arrivate parlano di due sedicenni davvero forti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori