CALCIOMERCATO/ Roma, Bojan-Heinze è fatta. Vucinic-Luis Enrique è gelo…

- La Redazione

CALCIOMERCATO ROMA: BOJAN ED HEINZE, E’ FATTA. VUCINIC e MENEZ PIU’ LONTANI. Roma – E’ giunta da poco la conferma che Bojan è un giocatore giallorosso.

Bojan_r400
Bojan Krkic (foto Ansa)

Roma – E’ giunta da poco la conferma che Bojan è un giocatore giallorosso. Dopo la chiusura della trattativa tra Sanchez e il Barcellona, è arrivata anche la tanto sospirata conclusione tra la Roma e il giovane attaccante blaugrana. Bojan è stato acquistato per una cifra intorno ai 12 milioni con un contro riscatto a favore dei catalani di 15 milioni per i prossimi due anni. Al giocatore, che ha  sottoscritto un contratto della durata di 5 anni, andranno circa due milioni all’anno. Un calciomercato che, nonostante lo scetticismo dei media romani, sta prendendo sempre più quota. E sempre di oggi è la notizia dello sbarco a roma dell’argentino Heinze, 33 anni, ex Olimpique Marsiglia, chiamato a rinforzare il reparto arretrato che  dovrà fare a meno, almeno inizialmente, degli infortunati Juan e Burdisso. Ma non sarà l’unico puntello. Il ds sabatini sta cercando di chiudere per un altro difensore. I nomi in lizza sono i soliti Kjaer, Silvestre per i quali però c’è un problema di costo del cartellino, oltre i 10 milioni. L’ultima idea e la più percorribile è quella che porta a Bocchetti (ex Genoa ora in Russia) giocatore solido e di sicuro affidamento con esperienza internazionale. Domani su questo versante dovremmo avere le prime conferme.

Se la difesa, portiere a parte, sembra non destare troppe ansie, non è lo stesso per l’attacco. Certo, il calciomercato ha regalato ai tifosi lamela e Bojan, due giovani fuoriclasse, ma presto potrebbe toglierne altrettanti. E gli indiziati sono Mirko Vucinic e jeremy Menez. Cominciamo da quest’ultimo: il francese piace a Luis Enrique che in più di un’occasione ha avuto nei suoi confronti parole di elogio. Ma questo non basta. Menez ha un contratto in scadenza tra un anno e non intende rinnovare. Ha un rapporto pessimo con l’ambiente, deterioratosi negli ultimi mesi dello scorso campionato e punta a squadre ben più blasonate della Roma. Per il momento però l’unico vero acquirente è il Psg di Leonardo, che è pronto a presentare un’offerta di 9 milioni, cifra richiesta dal ds Sabatini. L’affare si farà, senza sorprese, a meno di un inserimento all’ultimo del Napoli nel caso di una cessione sempre più probabile di Lavezzi (secondo fonti raccolte quest’oggi dalla redazione de Il Sussidiario.net). La situazione Vucinic è ben più complessa. Tutti noi abbiamo potuto notare il gelo tra Luis Enrique e il montenegrino. Il tecnico asturiano non ha mai speso una parola di elogio per Vucinic e sul futuro dell’attaccante se ne è lavato le mani, lasciando ogni decisione nelle mani di Sabatini. Il giocatore appare svogliato, scostante e nemmeno gli applausi ripetuti dei tifosi accorsi a Brunico sembrano aver scaldato il cuore di Mirko. Sabatini e la Roma non vogliono svendere un patrimonio, soprattutto Di benedetto che stravede per lui. Il prezzo fissato è di 20 milioni ma nessuno è disposto a spenderli. La Juventus di Conte è impegnata a portare a casa pepito Rossi e non può distrarsi in altre operazioni. Bisognerà poi vedere quanti soldi avranno ancora da spendere i bianconeri. La Roma aspetta. Se Vucinic rimane bene, in caso contrario Sabatini proverà a prendere pastore per  “consolare” i tifosi giallorossi.   



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori