DIRETTA/ Roma-Slovan Bratislva (Europa League): segui e commenta la partita live in tempo reale

Segui e commenta la diretta live in tempo reale del return match dei preliminari di Uefa Europa League tra Roma e Slovan Bratislava. All’andata gli slovacchi hanno vinto per 1 a 0.

25.08.2011 - La Redazione
luis_enrique_roma_R400_14lug11
Luis Enrique (Ansa)

Roma-Slovan Bratislava assume già i contorni dell’ultima spiaggia per la nuova Roma di Luis Enrique. La Roma è chiamata questa sera a ribaltare il risultato dell’andata conseguito con tro lo Slovan a Bratislava – 1 a 0 – per qualificarsi alla fase finale della competizione europea. Ma la Roma non arriva all’appuntamento odierno con l’animo sereno: i fastidi di Borriello, i malumori di Totti e la conseguente presa di posizione netta del mister spagnolo nei confronti del capitano, sono tutti fattori che incombono come ombre sinistre sull’Olimpico di Roma. La gara dell’andata è stata decisa da un “infortunio” occorso al portiere Stekelenburg in occasione del gol dei padroni di casa, che ha complicato le cose in vista del match di questa sera. Per lo Slovan Bratislava grande entusiasmo e sapore di impresa, ma a Roma sarà durissima.
“Il sorteggio che ci ha messo di fronte alla squadra slovacca non è stato proprio benevolo” – dice in esclusiva a ilsussidiario.net Tonino Cagnucci de “Il Romanista” – “ma lo Slovan Bratislava è meno temibile del previsto e il risultato dell’andata lo definirei senza senso, dato che la Roma, pur non avendo giocato una grande partita – soprattutto nella ripresa – è decisamente superiore agli avversari”. Il post-partita di una settimana fa fu però costellato da mille polemiche, soprattutto per alcune scelte di formazione di Luis Enrique, che hanno lasciato perplessi molti tifosi. “Non c’è bisogno di alimentari inutili polemiche, dico solo che la formazione messa in campo all’andata ha sorpreso anche me: non mi aspettavo di vedere Caprari in campo, così come non mi attendevo l’esclusione di Totti” ci dice Cagnucci, che però si dice “ottimista” per la partita di oggi: “il match di questa sera deve essere una serata di festa e vittoria, che porti una ventata di positività a tutto l’ambiente”. Cagnucci predica “calma e tranquillità” nell’affrontare i discorsi sulla Roma: “l’immagine del bambino che deve imparare a camminare è sicuramente la più giusta quando si guarda la Roma: ha cambiato società, dirigenza, diesse, allenatore e 6/7 undicesimi di squadra. La vogliamo avere un po’ di pazienza o no?” ci dice sorridendo il giornalista. Prima di salutarci affrontiamo anche il discorso delle prospettive della Roma, in campionato e in Europa: “penso che le milanesi, al momento, siano ancora troppo lontane” – dice Cagnucci – “In campionato non mi aspetto di vincere lo scudetto già quest’anno, ma vorrei vedere una Roma combattiva e capace di giocarsela con tutti”. E in Europa? “L’Europa League potrebbe essere considerata il vero obiettivo della Roma di quest’anno. La squadra è giovane e forte e la competizione europea è alla portata del club”. Per mettere l’Europa League nel mirino bisognerà cominciare a vincere questa sera: “ripeto, sono ottimista” – dice Cagnucci – “anche perchè non voglio nemmeno prendere in considerazione l’ipotesi di essere eliminato ai preliminari: sarebbe un evento sportivamente catastrofico”. Per la gara di questa sera la Roma dovrebbe scendere in campo con il modulo 4-3-3, con Stekelenburg tra i pali, Cicinho, Cassetti, Burdisso e Josè Angel in difesa, Perrotta, Viviani e Verde a metà campo, Bojan Krkic, Totti e Caprari in attacco. Lo Slovan dovrebbe rispondere con il 4-1-4-1, con Putnocky in porta, Pauschek, Had, Dorobrka e Cikos in difesa, Kladrubski davanti alla retroguardia a supporto di Stepanovsky, Guedè, Zofcak e Bagayoko a centrocampo. In attacco il solo Sebo. E ora la parola al campo, Roma-Slovan Bratislava sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori