DIRETTA/ Juventus-Roma live (Coppa Italia 2011/2012): la partita in temporeale

- La Redazione

Juventus-Roma è la partita che inaugura (alla grandissima) i quarti di finale di Coppa Italia. Juventus e Roma cercano la supremazia della loro idea di calcio. La diretta di Juventus-Roma

antonio_conte_r400
Antonio Conte (Foto: Infophoto)

Juventus-Roma è la partita che inaugura (alla grandissima) i quarti di finale di Coppa Italia. La formula della Tim Cup prevedeva il sorteggio delle teste di serie e l’urna ha decretato Juventus-Roma, nel catino dello Juventus Stadium, uomo in più per mister Conte. Il cammino di Coppa Italia fino a qui è stato un po’ a scossoni per la Juventus (passata ai tempi supplementari agli ottavi, giocando comunque in casa) e decisamente sul velluto per la Roma, che invece ha fatto secco il suo avversario con un perentorio 3-0 all’Olimpico. I quarti di finale in Coppa Italia sono l’ultima gara (finalissima esclusa) a giocarsi in un turno secco: oggi il risultato di parità in Juventus-Roma conterà solo per gli scommettitori alla fine dei 90 minuti regolamentari, ma alla fine solo un vincitore tra Conte e Luis Enrique potrà uscire dall’arena dello Juventus Stadium.
La Juventus di Conte si prepara ad ospitare la Roma conscia del fatto che oggi ci si gioca magari non una fetta di stagione, ma un po’ di prestigio, questo si. Sono due idee diverse di calcio quelle di Juventus e Roma, ma entrambe nuove e che stanno avendo un certo impatto sul campionato. In un certo senso si tratta del confronto di due scuole, e vedremo chi la potrà spuntare. La Juventus per arginare la Roma punta sull’atleticità e sull’irrobustimento delle fasce laterali. Una ennesima variante tattica per Conte, che fa salve solo due certezze della sua Juventus: Pirlo come fonte del gioco e Chiellini come baluardo della sua difesa. Per il resto “mutatis mutandis”, e allora in campo l’ossatura della “solita” Juventus ma spazio al 3-5-2. Atipico, ovviamente, variabile, certamente. Insomma la Juventus non cambia uomini (salvo qualche aggiunta, soprattutto in avanti), ma è camaleontica nel modulo, un po’ il contrario di quello che è stata la Roma di Luis Enrique fino a questo punto della stagione: salda al limite del “talebano” nel modulo, una sorpresa costante nella formazione in campo. La Juventus oggi punterà anche all’effetto emotivo in avanti con Del Piero (suo l’ultimo gol in una partita vincente contro la Roma) e Borriello (cercare il gol dell’ex è un evergreen, soprattutto in Italia). Lichtsteiner e Giaccherini oggi guai a chi li tocca, per il resto spazio a qualche sorpresa (Estigarribia, visto che nemmeno Twitter smentisce l’infortunio di Elia). Pepe, Marchisio e Vicinic sono gli altri infortunati. 
La Roma di Luis Enrique insegue uno dei suoi obiettivi stagionali contro la Juventus nella riedizione del match in cui l’anno scorso ha eliminato la Juve di Delneri. Anche allora la Juventus giocava in casa, ma nella Roma il killer fu Vucinic, oggi bianconero ma assente per infortunio. Insomma, facile che oggi sia un’altra storia, e lo sa anche l’allenatore della Roma, che però per cultura e formazione la Coppa Italia non la snobberebbe mai. Anche per riaffermare che l’idea di calcio della nuova Roma è competitiva e che la squadra è cresciuta. Nella partita secca può dare battaglia a chiunque, anche alla Juventus prima della classe. Stasera la Roma non potrà contare su Cassetti, Burdisso, Osvaldo e De Rossi, con quest’ultimo sempre sul chi vive per la chiamata degli sceicchi e un principio di pubalgia forse un po’ sibillino. Ma non sono pensieri per questa sera. Stasera la Roma sarà la riedizione di quella vista in campionato, con la sola probabile eccezione di Bojan schierato dal primo minuto al posto di Borini. Totti non vede l’ora di giocarsela contro la Juventus, per lui questa è sempre una partita particolare. Sperando di incrementare quel record di segnature con la stessa maglia che lo ha fatto davvero tornare un ragazzino. E ora spazio alle emozioni, Juventus-Roma sta per cominciare…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori