DIRETTA/ Roma-Bologna live (Serie A 2011/2012): la partita in temporeale

- La Redazione

Oggi domenica 29 gennaio alle ore 15 in campo all’Olimpico Roma contro Bologna. Partita importante per verificare la salute dei giallorossi dopo la Coppa Italia. La diretta di Roma-Bologna

enrique_R400
Luis Enrique, allenatore della Roma (Infophoto)

Roma-Bologna è una delle partite più attese in questo turno delle 15 della ventesima giornata di Serie A. La Roma di Luis Enrique cerca la vittoria per cancellare la brutta sconfitta in Coppa Italia e per rilanciarsi in attesa del recupero verso la lotta per l’Europa. Trenta punti collocano i giallorossi alla soglia del traguardo dell’Europa League, e la Roma deve saper cogliere i passi falsi di chi la precede, come nello scorso turno di campionato per scalare posizioni in classifica. Ovviamente oggi la Roma deve vincere. Di fronte ha un Bologna che a quota venti punti si trova pericolosamente a ridosso della zona retrocessione, la squadra di Pioli a questo punto del campionato non può guardare in faccia nessuno e tre punti sarebbero potenzialmente un toccasana in grado di smuovere classifica e morale per affrontare positivamente il girone di ritorno, che si preannuncia ovviamente durissimo. Se Roma-Bologna finisse con il segno X a gioire sarebbero ovviamente i rossoblù per il punto guadagnato e per aver resistito a una delle squadre che (seppur a sprazzi) esprime il calcio più interessante del campionato e i pochi scommettitori che si ritroveranno per le mani un bel gruzzoletto. Luis Enrique e la Roma no, per loro proprio sarebbero solo spine.

La Roma si prepara ad accogliere il Bologna all’Olimpico cercando la vittoria che in campionato darebbe una grande continuità di risultati ai giallorossi e potrebbe davvero mutare classifica e cominciare a concretizzare obiettivi che dopo un inizio stagione un po’ claudicante sembravano perduti. La realtà è che il calcio predicato da Luis Enrique sta trovando interpreti eccellenti tra i giocatori della Roma, il gruppo si sta cementando e la finestra di calciomercato di Gennaio ha contribuito a dare equilibrio a una rosa che – colpi dell’ultimo minuto a parte – è sempre più coesa e in cui l’intesa cresce di giorno in giorno. La Roma negli ultimi cinque appuntamenti in campionato ha raccolto tredici punti, davvero un boost eccezionale per la scalata verso le zone alte della classifica. La parola d’ordine ora è continuità, e questa continuità si deve concretizzare attraverso una grande concentrazione, cosa che è mancata in Coppa Italia. In casa La Roma ha raccolto diciassette dei trenta punti realizzati fino ad ora con cinque vittorie, due pareggi e due sconfitte. Le premesse per far risultato i numeri dicono che ci sono tutte, anche perchè il saldo dei gol è ampiamente in attivo (diciotto gol fatti, solo dieci subiti), ma qualche problema per Luis Enrique oggi ci sarà comunque. De Rossi ancora non è convocato (rischio pubalgia, non tanto cessione) e insieme a lui non saranno in campo i lungodegenti Osvaldo e Burdisso. Qualche dubbio in difesa si Kjaer che si è mostrato un po’ incerto nelle ultime uscite, mentre Luis Enrique punta fortissimo su Lamela “farà crollare l’Olimpico” annuncia l’allenatore, quarantamila giallorossi allo stadio sono pronti, lo sarà anche il Bologna?
Il Bologna di Pioli prepara il modulo anti-Roma con la strategia (oramai solita) di intasare il centrocampo per far grippare i meccanismi giallorossi. La squalifica di Gaston Ramirez impone strategie tattiche particolari e rilancia ulteriormente Diamanti come spalla di Di Vaio, due che con Totti e la Roma non sono stati teneri in questi giorni come in passato. Sale l’agonismo nell’attesa della gara. Il Bologna però in trasferta non è abituato a far risultato, nove punti conquistati dei venti totali con due vittorie, tre pareggi e quattro sconfitte e un bilancio di gol in netto passivo: otto gol fatti e dodici subiti. Non un gran risultato. Cinque punti nelle ultime cinque partite per il Bologna, e fatti tutti nelle ultime tre gare a dimostrazione che la squadra c’è e non regalerà nulla agli avversari. Qualche problema di formazione in ogni caso, al di là del discorso legato a Ramirez, Pioli ce l’ha. Gli infortunati abbondano, basti pensare che oggi non saranno della partita Pulzetti, Kone, Raggi e Loria. Brutto affare, ma il Bologna ci proverà dando comunque il massimo, la Roma è avvisata. Tra poco il verdetto del campo, Roma-Bologna sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori