CALCIOMERCATO/ Roma, il Sydney tenta Totti: vieni con Del Piero in Australia

- La Redazione

L’amministratore delegato del Sydney, l’italo-australiano Pagnotta, tenta l’attaccante e capitano della Roma, Francesco Totti. Il Pupone medita ma il suo desiderio è un altro…

del_piero_totti_phixr
Francesco Totti e Alessandro Del Piero (Infophoto)

CALCIOMERCATO – Dopo Alessandro Del Piero il Sydney punta ad un altro giocatore simbolo del calcio italiano. Stiamo parlando precisamente di Francesco Totti, capitano della Roma, nonché uno dei giocatori di maggior talento attualmente in circolazione. Non stiamo parlando di trattative in corso, ma l’interesse c’è, è reale. Si capisce dalle parole di Tony Pignata, amministratore delegato del club australiano e figura chiave nel trasferimento dell’ex capitano della Juventus in Oceania: “Totti? E’ un giocatore straordinario. Il capitano giallorosso sta facendo un grande campionato con la Roma, ma in futuro chi lo sa…”. Così si confessa a Panorama l’italo-australiano di Sydney che punta quindi all’accoppiata d’oro Del Piero-Totti, due dei più grandi numeri dieci della storia del calcio italiano e non solo. Difficile comunque che ciò avvenga anche perché, come vi abbiamo già riportato qualche giorno fa, l’idea dell’attaccante giallorosso è quella di proseguire la propria esperienza da calciatore, nella Roma, almeno fino a 40 anni, strappando un bel prolungamento del contratto di altri due anni. In realtà nella vita mai dire mai. Anche Del Piero, come del resto ha confessato lo stesso nelle ultime ore, non si sarebbe mai aspettato di chiudere la carriera lontano dalla sua Juventus, e puntava ad un altro anno in quel dello Juventus Stadium. Tutto dipenderà quindi da come reagirà la presidenza giallorossa all’idea del Pupone di proseguire ancora per 4 anni la propria esperienza sui rettangoli di gioco prima di sedersi dietro ad una scrivania per vestire i nuovi panni da manager. Totti è in attesa infatti di una chiamata dai piani alti di Trigoria ma nel contempo non vuole sentirsi un peso, vuole prolungare ma con un ruolo importante e non come un anziano calciatore vicino alla pensione. Ecco perché nulla è da escludere per il futuro, così come la soluzione Major League Soccer. Un’ipotesi spesso e volentieri ventilata dallo stesso numero 10 della Lupa e che si potrebbe intraprendere grazie anche agli altri italiani già presenti negli Stati Uniti. Fra i molti calciatori tricolore emigrati nel paese a stelle e strisce anche i “romani” Marco Di Vaio e Alessandro Nesta, che potrebbero convincere Totti al grande passo nel caso in cui ricevesse dei “no” dalla dirigenza capitolina. A Sydney però ci sarebbe Del Piero, al quale Totti “dedicò” una lettera di saluto e gli disse come avrebbe voluto continuare a sfidarlo sui campi. La prospettiva di giocare nella stessa squadra…

… dopo l’esperienza del Mondiale 2006 (e non solo, ma quello è naturalmente il ricordo più bello) potrebbe rappresentare lo stimolo decisivo. Sempre, come detto, che Totti decida davvero che è arrivato il momento di emigrare. Per ora intanto c’è solo la Roma: nella formazione di Zeman Totti è al centro del progetto, gioca da esterno sinistro nel tridente offensivo e sembra tornato quello di 13 anni fa per dedizione tattica e sacrificio, anche se naturalmente lo scatto e la tenuta non possono essere quelli di allora. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori