PROBABILI FORMAZIONI/ Roma-Atalanta, ultime novità (settima giornata Serie A)

Dopo il disastro contro la Juventus la Roma torna in campo, all’Olimpico. Di fronte avrà l’Atalanta di Stefano Colantuono, bisognosa di fare punti, essendo ancora a quota 5

07.10.2012 - La Redazione
zdenek_zeman_roma_r400
Zdenek Zeman (Infophoto)

La domenica di Serie A si aprirà oggi alle 12.30 con l’anticipo caldissimo dello stadio Olimpico di Roma. Caldissimo perché in campo scenderanno i giallorossi che saranno chiamati ad una prova di forza e di orgoglio dopo il disastroso 4 a 1 subito sabato scorso a Torino contro la Juventus. La dirigenza ha strigliato squadra e allenatore e si attende una reazione importante, anche perché, in caso contrario, c’è il rischio che qualche testa salti. Di fronte vi sarà l’Atalanta, squadra tutt’altro che da sottovalutare, che dopo aver conquistato solo 5 punti in 6 gare (con la penalizzazione di -2) cerca una nuova vittoria per allontanarsi dalle zone off limits della classifica.

Zdenek Zeman ha fiducia nella sua squadra nonostante l’avvio stentato e la batosta contro la Juventus: “Chiedo ai miei ragazzi la stessa cosa di sempre: la voglia di crescere e di imporsi. Ci siamo resi conto degli errori e abbiamo lavorato meglio, vedremo se la cosa darà i suoi frutti”. Sull’Atalanta dice: “Non va sottovalutata, ha vinto a Milano e bisogna affrontarla con la giusta determinazione”. Il boem dovrebbe proporre alcune novità nell’11 titolare, in particolare, in difesa. Davanti a Stekelenburg, confermato nonostante erroracci vari, dovrebbe scendere in campo Piris sulla destra, con Marquinhos e Castan al centro e Federico Balzaretti nel ruolo di terzino sinistro. Bocciati quindi Rodrigo Taddei e soprattutto Nicolas Burdisso, come lo stesso mister ha fatto capire nella conferenza stampa pre-match di ieri pomeriggio. “Fisicamente sta bene, ma non crede ancora in quello che vogliamo fare dal punto di vista tattico”. A centrocampo ci sarà Daniele De Rossi affiancato dall’americano Bradley, rientrante dopo l’infortunio e favorito sul greco Tachtsidis. A completare il reparto, il giovane Florenzi, uno dei pochi che si è salvato allo Juventus Stadium. Infine l’attacco con il trio formato da Mattia Destro, Daniel Osvaldo e capitan Francesco Totti.

In panchina si accomoderanno Goicoechea, Svedkauskas, Burdisso, Taddei, Alessio Romagnoli, Tachtsidis, Perrotta, Marquinho, Nico Lopez e Lamela. Attenzione però al Coco: Destro non ha ancora segnato, contro la Juventus ha dato buone risposte entrando dalla panchina e potrebbe essere riproposto in quel ruolo, per dare verve e dinamismo alla squadra nel secondo tempo. 

Out per infortunio il portiere Lobont, Pjanic è ancora fermo ai box per un problema muscolare che sta diventando un mistero, e ancora indisponibile Dodò: “Spero di poterlo utilizzare dalla prossima partita”, ha detto Zeman.

“La Roma è forte”, avverte Colantuono. “Attua un gioco offensivo ed è naturale che debba concedere qualcosa. La partita contro la Juventus non fa testo, perchè i bianconeri sono stati superiori in tutto, la Roma non ha giocato da Roma e poi avevano contro i campioni d’Italia. La nostra società vuole diventare una nuova Udinese. La partita contro il Torino? Anche per noi non fa testo, abbiamo giocato alla grande per un’ora, poi abbiamo subito un gol rocambolesco e ogni volta che attaccavano ci facevano gol”. Il tecnico dovrebbe proporre un 4-4-1-1 con in porta Consigli e una difesa abbastanza insolita. In campo dovrebbe infatti vedersi Raimondi sulla corsia destra con Brivio sulla fascia opposta, mentre al centro spazio al duo Ferri e Peluso, quest’ultimo schierato quindi non nel suo ruolo naturale e preferito a Matheu (in panchina). A centrocampo i due esterni saranno i confermatissimi Schelotto e Moralez con Cigarini e Cazzola in cabina di regia. Infine l’attacco con il giovane talento De Luca (in ballottaggio con Bonaventura) al fianco di German Denis.

In panchina per i bergamaschi si accomoderanno: Frezzolini, Polito, Matheu, Milesi, Scozzarella, Bonaventura, Palma, Parra, Troisi,Marilungo

Oltre allo squalificato Lucchini, fermo ai box per una giornata, Colantuono dovrà fare a meno di Manfredini, out per un problema muscolare, nonché di Radovanovic, F. Pinto, Capelli, Biondini, Bellini, Stendardo e Carmona.

Stekelenburg; Piris, Marquinhos, Castan, Balzaretti; De Rossi, Bradley, Florenzi; Destro, Osvaldo, Totti. All. Zeman

A disp.: Goicoechea, Svedkauskas, Burdisso, Taddei, Romagnoli, Tachtsidis, Perrotta, Marquinho, Lopez, Lamela

Squalificati:

Indisponibili: Lobont, Pjanic, Dodò

 Consigli; Raimondi, Ferri, Peluso, Brivio; Schelotto, Cigarini, Cazzola, Moralez; De Luca; Denis. All. Colantuono

A disp.: Frezzolini, Polito, Matheu, Milesi, Scozzarella, Bonaventura, Palma, Parra, Troisi, Marilungo

Squalificati: Lucchini

Indisponibili: Radovanovic, Ferreira Pinto, Capelli, Biondini, Bellini, Stendardo, Manfredini, Carmona

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori