CALCIOMERCATO/ Roma, ag. Goicoechea: decide Zeman, ma Mauro è pronto per essere titolare

Il portiere uruguagio è in rampa di lancio e secondo il suo agente potrebbe togliere il posto al collega olandese. Intanto il rumeno Lobont aspetta il premio rinnovo…

02.11.2012 - La Redazione
maarten_stekelenburg_roma_r400
Marteen Stekelenburg, portiere della Roma (Foto Infophoto)

Come se non bastasse il caos attraversato dagli altri reparti, in casa Roma c’è confusione anche per quanto riguarda il settore portieri. Il titolare è sempre Maarten Stekelenburg, ma la sua posizione inizia ad essere insidiata da Mauro Goicoechea, uno dei volti nuovi del copioso mercato estivo. L’estremo difensore uruguagio è subentrato al collega (dolorante alla schiena) nel corso dell’ultimo march con il Parma, malamente perso dai giallorossi, ma tutto sommato si è salvato, riuscendo a fare una buona figura. Almeno due parate importanti e una buona personalità: questa l’impressione suscitata dal promettente Goicoechea. “Se è pronto per fare il titolare? Lo dirà il campo, lui è qui per giocare e per fare del suo meglio”, ha detto l’agente Gustavo Nikitiuk ai microfoni del sito ‘GazzettaGiallorossa.it’. L’esordio, ha raccontato lo stesso procuratore, ha procurato molta felicità a Goicoechea, ovviamente dispiaciuto per il risultato finale. “Se può togliere il posto a Stekelenburg? Può anche essere, sarà comunque l’allenatore a decidere”. Parole di grande cautela da parte di Nikitiuk, che tuttavia lascia trapelare la soddisfazione per l’esordio con la maglia della Roma del suo assistito e spera ora che Goicoechea possa ritagliarsi uno spazio sempre più importante. Basterà attendere, anche perchè le prestazioni offerte di recente da ‘Steke’ non sono particolarmente confortanti. Forse basterà attendere qualche partita: Stekelenburg infatti non è esente da colpe nel disastro giallorosso, anche se chiaramente c’è da mettere in conto che un portiere nella squadra di Zeman sia sempre nell’occhio del ciclone visto il modo spregiudicato di giocare. Certo, forse non ci si aspettava che la difesa incassasse 19 gol in 9 partite (tante sono quelle giocate dalla Roma), ma come detto l’ex estremo difensore dell’Ajax forse avrebbe potuto evitarne qualcuno. Il futuro, chissà, potrebbe essere di Goicoechea. Con Bogdan Lobont come affidabile vice, e quindi Stekelenburg in partenza per altri lidi (piace in Premier League e chissà, magari potrebbe farci un pensiero il Manchester United che non sta avendo da David De Gea le risposte che si aspettava). Il portiere rumeno, attualmente fuori causa per una frattura ad una falange della mano destra, è in scadenza di contratto, ma sembra tutt’altro che da escludere la pista che porta al rinnovo. Stando anche alle parole del suo agente Victor Becali, ascoltato dai colleghi del portale ‘Calciomercato.it’, il periodo buono per affrontare l’argomento potrebbe essere dicembre, anche se per ora siamo ancora nel campo delle ipotesi. Con la società, ha spiegato Becali, non sono in programma nuovi incontri, dunque la situazione rimane tuttora da monitorare. In attesa di novità sul fronte Lobont…

…c’è da dire che la società, ad ogni modo, farà bene a fare chiarezza sulle gerarchie tra portieri. Se Zeman crede più in Goicoechea che in Stekelenburg, dovrà dirlo chiaramente perchè il dualismo tra numeri 1, storicamente, non ha mai fatto bene, nè ai protagonisti nè tantomeno alla squadra. Ma è lo stesso Zeman al momento ad essere sulla graticola: alla dodicesima giornata c’è il derby, contro una Lazio che al di là della sconfitta di Firenze sta disputando un’ottima stagione. Sarà quello il capolinea dello Zeman-bis? Lo scopriremo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori