CALCIOMERCATO/ Roma, smentita la pista Douglas. Occhi sul nuovo Jarni

Il punto sul mercato giallorosso: piace il centrale del Twente, ma il suo agente ha smentito qualsiasi contatto. Intanto in chiave futura occhi puntati su un talento croato…

30.11.2012 - La Redazione
douglas_twente_r400
(INFOPHOTO)

E’ la difesa il reparto in cui la Roma vorrebbe intervenire in sede di calciomercato, possibilmente già a gennaio. La dirigenza giallorossa è già da tempo al lavoro per cercare di rinforzare il settore oggettivamente meno attrezzato dell’intero organico, che all’inizio del 2013 perderà anche Marquinhos che è stato convocato per i Mondiali Under 20. Stando agli ultimi rumors, le attenzioni del club capitolino si sarebbero soffermate sul difensore del Twente Douglas, più volte accostato negli ultimi tempi alle squadre italiane. Si tratta di un centrale roccioso, che ha il vantaggio di essere comunitario pur essendo brasiliano di nascita (ha ottenuto il passaporto olandese); recentemente è stato convocato in Nazionale da Louis Van Gaal, un riconoscimento per un rendimento che è cresciuto negli ultimi tempi. Ha il contratto in scadenza nel giugno del 2013 e dunque è ancora più appetibile per i dirigenti della RomaA proposito dell’interesse della Roma nei confronti del giocatore, è stato sentito dai colleghi di GazzettaGiallorossa.it il procuratore dello stesso Douglas, Marco Paulo Ribeiro, il quale non ha confortato molto le speranze di Sabatini e soci. “Non c’è nulla di vero, sono solo voci, Douglas sta bene al Twente e non partirà”, ha spiegato l’agente, che ha negato di avere avuto qualsiasi tipo di contatto con i club italiani. Il difensore, stando alle parole di Ribeiro, ha intenzione di rispettare il contratto che lo lega al sodalizio di Enschede fino alla fine: “Di una sua partenza se ne parlerà alla scadenza”. Per il momento, dunque, niente Roma e niente Italia per Douglas. La dirigenza giallorossa, ad ogni modo, sta lavorando anche in prospettiva futura. Si spiega in tal senso l’interesse mostrato per il giovanissimo esterno sinistro Silvio Anocic. Il ragazzino, classe 1997, gioca in patria tra le fila dei croati dell’Osijek e, secondo CalcioMercato.com, interessa pure a Udinese e Atalanta, club tradizionalmente molto attenti ai talenti in erba. L’Osijek, a quanto pare, avrebbe già rifiutato una proposta di ingaggio formulata dagli ucraini della Dinamo Kiev. La Roma, per il momento, si limita a monitorare questo giovane laterale di belle speranze, che in Croazia viene considerato addirittura come l’erede dell’ex nazionale Robert Jarni, che gli appassionati di calcio italiano ricorderanno per aver indossato le maglie di Juventus, Torino e Bari. Naturalmente non si può considerare pronto per il grande calcio, ma come noto Walter Sabatini…

… spesso e volentieri preferisce muoversi in anticipo per evitare di pagare grosse somme, puntando molto di più sulla crescita in casa dei vari talenti in erba. Anche Marquinhos (classe 1994) era stato acquistato per fare innanzitutto gavetta; bravo è stato poi Zeman a ritagliargli subito uno spazio, e le qualità del difensore hanno fatto il resto. Dall’area balcanica interessa molto anche Filip Jankovic, trequartista della Stella Rossa che ha solo un anno meno di Marquinhos e promette già benissimo: ci sarà un doppio arrivo il prossimo giugno?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori