CALCIOMERCATO/ Roma, ancora un Falcao nel destino?

Giallorossi interessati al bomber colombiano, in forza all’Atletico Madrid, ma occhio alla concorrenza del Chelsea. Arriva, intanto, una precisazione sul trasferimento di Uvini…

16.02.2012 - La Redazione
radamel_falcao_r400
Falcao, attaccante dell'Atletico Madrid (Foto Infophoto)

Potrebbe esserci ancora un Falcao nel destino della Roma. Stando alle ultime indiscrezioni in arrivo dalla Spagna, riportate dal sito Fichajes.com, il club giallorosso avrebbe messo gli occhi sull’attaccante dell’Atletico Madrid Radamel Falcao. Il colombiano, prelevato la scorsa estate dal Porto, sarebbe deluso per la difficoltà dei colchoneros a spiccare il volo. Lui, a quanto pare, vorrebbe una formazione di livello più alto. Il suo malumore, naturalmente, non poteva non attirare le mire dei grandi club europei: in lizza, per ora, ci sarebbero i giallorossi ed il Chelsea, favorito rispetto ai rivali per le note (e smisurate) disponibilità economiche del patron Abramovich. Il cartellino del ‘puntero’ di Atletico e Colombia si aggirerebbe intorno ai 27 milioni di euro: una cifra ragguardevole, più facile da onorare per i Blues che non per la Roma. Proprio oggi, peraltro, il direttore sportivo Walter Sabatini – nel corso della presentazione del neo-acquisto Marquinho – ha annunciato che la società sta seguendo “calciatori di gran profilo”: che sia proprio Falcao uno di questi? Nomi, al momento, non ne circolano, ma con le indiscrezioni provenienti dalla penisola iberica sarebbe facile fare ‘due più due’. Forse troppo, ad ogni modo non resta che attendere possibili sviluppi. E’ diventato più chiaro, invece, il quadro relativo alla cessione dell’ex-obiettivo giallorosso Bruno Uvini al Tottenham. Il club londinese ha ufficializzato l’affare sul proprio sito Internet, precisando che il 20enne difensore centrale farà parte della truppa a disposizione di Redknapp solamente per un periodo di prova. Il brasiliano potrà allenarsi con il resto della squadra e giocare le amichevoli, ma non potrà scendere in campo in gare ufficiali. Il periodo in questione durerà due mesi e servirà agli Spurs per valutare la possibilità di ingaggiare Uvini a titolo definitivo dal suo club di provenienza, ovvero il San Paolo. Il giovanotto, dunque, sarà sotto esame per il prossimo bimestre; e chissà che, in caso di fallimento dell’avventura inglese, il suo nome non possa tornare buono per le italiane, Roma in primis (senza dimenticare l’interesse del Genoa). I giallorossi, nel frattempo, hanno già iniziato ad impostare le linee-guida della prossima campagna di rafforzamento.

Sabatini è stato chiaro: vuole vincere subito, non tra 5 anni. Aspettiamoci un’estate caldissima, in quel di Trigoria…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori