CALCIOMERCATO/ Roma, problemi per Jankovic, sirene turche per Casemiro

Giallorossi sempre vigili sui due talenti. Per Jankovic la Stella Rossa si è messa di traverso, per Casemiro c’è da fare i conti con la concorrenza di Galatasaray e Fenerbahce…

09.02.2012 - La Redazione
luis_enrique_roma_olimpico_r400
Luis Enrique (Infophoto)

La Roma è convinta di riuscire a mettere le mani su Filip Jankovic, ma la Stella Rossa non ci sta. “Non vogliamo cederlo”, ha fatto sapere Lukic, presidente del club di Belgrado, pronto a dar battaglia dopo aver appreso la notizia che i genitori del ragazzo avrebbero già raggiunto un accordo di massima con i giallorossi. 17 anni, centrocampista offensivo, Jankovic è considerato uno dei giovani più interessanti d’Europa. Per lui si sono fatti avanti anche Liverpool e Tottenham, ma la Roma sembra partire in posizione di vantaggio rispetto alla concorrenza. Le speranze di spuntarla ci sono, ma bisognerà fare i conti con l’ostracismo della Stella Rossa, che non ci sta a passare, dinanzi ai propri tifosi, come una società che brucia i talenti o li vende al miglior offerente. Si prevede, dunque, un’aspra contesa di mercato. Il direttore sportivo Walter Sabatini è convinto di riuscire a prendersi il ragazzo, i serbi fanno muro: ne vedremo delle belle, da qui alla prossima estate. Stesso dicasi per il ‘volante’ del San Paolo Casemiro, che continua ad essere corteggiatissimo dai club di mezza Europa. Il 19enne centrocampista, secondo le ultime indiscrezioni provenienti dai media di Istanbul – e riportate da ItaSportPress – sarebbe finito nel mirino di Galatasaray e Fenerbahce. La Roma ha incluso anche il brasiliano, legato al suo club fino al 2015, nella lista di possibili rinforzi per il mercato estivo. Un mercato che dovrà completare la fisionomia di una squadra che pian piano, pur tra notevoli alti e bassi, si sta rivelando come una delle più interessanti del nostro campionato. Non è da tutti puntare ad occhi chiusi sui giovani come stanno facendo, da qualche mese, a Trigoria. Non è da tutti, ad esempio, dare una maglia da titolare ad uno come Fabio Borini, talento e sfrontatezza da vendere, che fino allo scorso anno giocava nella serie B inglese. L’attaccante, autore di una fantastica doppietta all’Inter, sta conquistando davvero tutti e per lui già si sprecano i paragoni più autorevoli: c’è chi vede nella sua rapacità d’area qualcosa di SuperPippo Inzaghi, e chi, nei suoi movimenti, qualcosa del brasiliano Pato. Tutto questo per dire che il ragazzo vale, e come lui tanti altri giocatori valorizzati nel migliore dei modi da mister Luis Enrique.

Uno che sa il fatto suo. E che sta costruendo una bella e ‘verdissima’ Roma. Se sarà anche vincente, lo scopriremo solo col tempo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori