CALCIOMERCATO/ Roma, in arrivo Dodò

- La Redazione

Il ds giallorosso Walter Sabatini ha messo le mani sul giovane Dodò, terzino brasiliano del Corinthians, per il quale si era mosso anche il Manchester United. Scopriamo chi è questo giovane 

walter_sabatini_roma_r400
Il ds della Roma Walter Sabatini (Infophoto)

In casa Roma proseguono le grandi manovre. Dopo l’accordo pubblicitario raggiunto con la Disney, i giallorossi mettono subito le mani su un nome di spessore. Che però, attenzione, non rientra nell’universo delle icone della storica compagnia californiana. Ma tocca ugualmente le storie personali di molti di noi: stando alle ultimissime indiscrezioni, i giallorossi sarebbero ad un passo dal chiudere per…Dodò, terzino sinistro classe ’92 di proprietà del Corinthians. Nonchè omonimo dell’indimenticato protagonista dell’Albero Azzurro, di cui però speriamo conservi solo il soprannome: il dodo, infatti, non sapeva volare. Mentre in Brasile, le sue scorribande sulla fascia mancina sono già materiale da dossier, se è vero che anche il Manchester United si era mosso concretamente per accaparrarsi il baby talento. Ma Sabatini sembra aver bruciato la concorrenza deo Red Devils, che pure avevano già in sospeso un’offerta da circa 5 milioni di euro. Ecco dunque un nuovo elemento da aggiungere allo scatolone fabbricone di Luis Enrique, il cui progetto prosegue sempre più all’insegna della linea verde. L’ufficialità dell’affare potrebbe arrivare già nei prossimi giorni. Parallelismi affettivi a parte, cerchiamo di capire meglio chi è il (probabile) nuovo acquisto della Roma. José Rodolfo Pires Ribeiro (Dodò solo per le leggi non scritte dei nomignoli brasiliani), nasce a Campinas, nella provincia di San Paolo, il 6 Febbraio (ha dunque da poco compiuto 20 anni). Sul ruolo: prima si parlava di terzino sinistro, la verità è che il talento e le immancabili attitudini offensive gli consentono di disimpegnarsi anche più avanti, in fascia o sulla trequarti. A livello di nazionale, Dodò ha già raccolto 7 presenze con la selezione carioca Under 17, oltre al recente debutto in quella Under 20. Attualmente il ragazzo è appena rientrato al Corinhtians dal prestito al Bahia. La magagna? Un legamento crociato già rotto, che ne ha interrotto bruscamente la stagione e che comporterà tempistiche di recupero complesse. Ma la Roma non si è fatta intimidire, sfruttando anche il contratto in scadenza del giocatore. Ed un’investitura che sa tanto di profezia: quella di…

Roberto Carlos, che già si sarebbe sbilanciato su Dodò, pronosticando in lui un potenziale erede. Certo, per simili discorsi è ancora presto, ma le prospettive sono luminose, crociato o non crociato. Dopo Nico Lopez e Ferrante, ecco dunque un altro nome per la Lupa che verrà: Sabatini si sta dando un gran daffare per garantire al progetto la materia prima di cui un lungo termine necessita. Per fare della Roma una squadra vincente, e di Trigoria un posto felice. Sì, come l’Albero Azzurro, un posto dove nascon memorie. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori