CALCIOMERCATO/ Roma, è fatta per Dodò: ecco i dettagli e i retroscena

- La Redazione

La Roma ha praticamente chiuso l’operazione con il Corinthians targata Dodò. Per il brasiliano battuta la concorrenza di Real Madrid, Barcellona e Manchester United.

Sabatini
Walter Sabatini, ds Roma (Foto Infophoto)

CALCIOMERCATO – La Roma è ad un passo dal concludere il primo colpo della prossima campagna acquisti estiva. Il direttore sportivo Walter Sabatini ha voluto anticipare i tempi chiudendo praticamente l’affare Dodò. Si tratta di un giovane talento brasiliano il cui nome completo è Josè Rodolfo Pires Ribeiro, tesserato dal Corinthians fino al 31 luglio 2012. Un’operazione che i capitolini speravano di lasciare oscura appunto fino all’apertura delle liste ma che ha trovato con sorpresa sui media di tutto il mondo, non soltanto italiani, ma anche brasiliani. Nella terra verdeoro danno ormai per scontato il passaggio del classe 1992 all’Olimpico. Un giocatore connazionale di Erik Lamela e di Viviani che Sabatini seguiva ormai da diverso tempo. Trovato l’accordo con i procuratori ha capito che i tempi erano maturi ed ha quindi deciso di affondare il colpo. In realtà, perché si verifichi la fatidica fumata bianca, manca ancora l’ok più importante, quello della società brasiliana, ma la dirigenza giallorossa si sta già muovendo anche su questo fronte. Per chi non conoscesse Dodo, forse in molti, si tratta di un esterno di sinistra che può fare anche il terzino, di ottima qualità, nazionale under 20 brasiliano, e addirittura in patria c’è chi lo paragona alla leggenda Roberto Carlos, ex Inter e Real Madrid. Su di lui vi era anche il Manchester United e nel febbraio del 2010 fece un provino proprio presso i Diavoli Rossi di due settimane in Inghilterra. Anche Barcellona e Real Madrid hanno sondato la pista chiaro indizio che il giocatore ha mostrato ottime doti. Già un vincente con la nazionale, avendo trionfato nel mondiale Under 17 con la Selecao, Dodò è alto 1,77 m. e pesa 69 chili. Un fisico sicuramente minuto ma che potrà essere sviluppato a poco a poco vista la giovanissima età. Attualmente è fermo ai box per un brutto infortunio al ginocchio capitatogli lo scorso autunno mentre era in prestito presso la formazione del Bahia. A maggio, però, se tutto andrà come previsto, ritornerà in campo e avrà così il tempo per rimettersi in forma e quindi prendere un volo di sola andata con destinazione la capitale italiana.

Altro aspetto molto importante della questione è il fatto di avere il passaporto portoghese il che lo rende comunitario a tutti gli effetti e di conseguenza non condizionerà il tesseramento di extracomunitari durante la prossima campagna acquisti giallorossa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori